Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Morto folgorato in cantiere, confermata condanna per datore di lavoro

Gli interventi erano in corso in contrada Bugiades, altre persone sono oggi a processo per quella vicenda

La corte di cassazione

Condanna definitva ad un anno e 10 mesi di reclusine per Carmelo Spiteri, 55 anni, di licata, coinvolto nell'inchiesta per la morte dell'operaio Giovanni Callea, 44 anni, avvenuta tre anni fa in un cantiere di piano Bugiades. A riportarlo è l'edizione odierna del quotidiano La Sicilia. L'uomo rimase folgorato durante alcuni lavori. 

La Cassazione, ricostruisce il quotidiano catanese, ha confermato la pena inflitta dal Gup già lo scorso anno dopo la richiesta di pattegiamento. L'uomo è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo. Rinviati a giudizio nel medesimo procedimento - dice il quotidiano - sono Valerio Periotre, Angelo Incorvaia, Sonia Carità, Francesco Urso ed Enrico Angelo Florio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto folgorato in cantiere, confermata condanna per datore di lavoro

AgrigentoNotizie è in caricamento