Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Licata

Tentato omicidio, 20enne evade dai domiciliari: rintracciato e arrestato

Il giovane era stato fermato perché ritenuto responsabile dell'aggressione, a colpi di bottiglia, di un connazionale trentasettenne che finì – per tagli al collo, alla testa e al volto - al pronto soccorso

E’ evaso dagli arresti domiciliari ai quali era sottoposto per tentato omicidio. I carabinieri della compagnia di Licata sono però riusciti, praticamente subito, a rintracciarlo e ad arrestarlo. Ieri pomeriggio s’è tenuta la direttissima a carico del ventenne marocchino, residente a Licata.  

A fine agosto scorso, nel centro di Licata, era stato aggredito e colpito con delle bottigliate un marocchino trentasettenne che finì – per tagli al collo, alla testa e al volto - al pronto soccorso dell'ospedale "San Giacomo d'Altopasso". I carabinieri, allora, riuscirono, e nel giro di pochissimo tempo, ad identificare il presunto autore del fatto: il connazionale che mercoledì è appunto evaso dalla sua abitazione. Stando a quando emerse il giorno del fermo per tentato omicidio, il giovane avrebbe atteso il connazionale, armato di bottiglia, e gli avrebbe teso, nottetempo, un agguato nei pressi di piazza Linares. Il ventenne, indagato per tentato omicidio, risultava essere appunto ai domiciliari, ma da mercoledì – dopo che s’è allontanato da casa – è indagato anche per evasione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio, 20enne evade dai domiciliari: rintracciato e arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento