rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca Licata

"Non esplose colpi di pistola contro l'auto dell'ex compagna": assolto 40enne

Nei suoi indumenti sono stati trovati residui di polvere da sparo ma la difesa aveva sostenuto che c'era stata una contaminazione

Assoluzione per non avere commesso il fatto: la Corte di appello di Palermo cancella la condanna nei confronti del quarantenne Giovanni Scipione, di Licata, accusato di avere sparato alcuni colpi di pistola all'indirizzo dell'auto dell'ex compagna per intimidirla.

La difesa, affidata agli avvocati Antonino Ragusa e Antonina Bonvissuto, aveva sostenuto che, nonostante vi fossero delle tracce di polvere da sparo negli indumenti sequestrati dai carabinieri alcune ore dopo l'intimidazione, gli stessi potevano essere stati oggetto di contaminazione per le modalità con cui erano stati prelevati.

In particolare era stato sottolineato che erano stati prelevati dopo un periodo di diverse ore e che non erano stati subito chiusi in una busta sterile ma persino appoggiati sul tavolo della caserma, locale dove erano presenti diverse armi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non esplose colpi di pistola contro l'auto dell'ex compagna": assolto 40enne

AgrigentoNotizie è in caricamento