Inciampa e sfonda la porta a vetri: 36enne muore dissanguato

Il giovane è stato trovato, gravemente ferito, da un familiare. Inutile il disperato tentativo di salvarlo e il trasferimento verso il pronto soccorso

Tragedia, nel cuore della notte: quella fra sabato e ieri, nelle campagne di Licata. Un trentaseienne – Dario Angelo Zirafi – è deceduto dopo un incidente domestico. Il giovane disoccupato, stando a quanto è stato accertato e ricostruito dalla polizia, sarebbe inciampato nel portone di ingresso della casa di campagna di contrada Calì, a Licata. Di fatto, avrebbe – inavvertitamente - sfondato la porta a vetri e sarebbe stato investito da una “pioggia” di vetro. Il trentaseienne sarebbe rimasto sull’ingresso: ferito gravemente. Quando un familiare si è accorto di lui, trovandolo in una pozza di sangue, è subito scattato il soccorso. Il ragazzo sarebbe stato trasferito, con un’autoambulanza del 118, al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” dove è però giunto senza vita. 

Un episodio che, senza alcun dubbio per la polizia del commissariato di Licata, è stato accidentale. Gli agenti hanno, però, naturalmente, avviato gli accertamenti necessari per cercare di ricostruire tutto con precisione. E anche ieri, per l’intera giornata, sono stati al lavoro.

A quanto pare, il giovane licatese sarebbe morto dissanguato. Non sarebbe chiaro – non risultava esserlo ieri, infatti, - per quanto tempo, ferito, sia rimasto riverso sull’ingresso della casa di campagna; quanto tempo sia trascorso fra l’incidente e quando è stato visto e soccorso dal familiare. I poliziotti del commissariato di Licata, ieri, stavano cercando di fare chiarezza anche su questo dettaglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricostruita invece la dinamica dell’incidente domestico. Gravi, anzi gravissime, le ferite riportate. Al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”, Dario Angelo Zirafi è arrivato senza vita e i medici, che erano in servizio, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso e avvertire la polizia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento