rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Favara

Inchiesta "Stipendi spezzati", marito e moglie restano agli arresti domiciliari

Salvatore Lupo, 41 anni, ex presidente del consiglio comunale di Favara, e la consorte Maria Barba, detta "Giusy" sono stati destinatari, la scorsa settimana, di un'ordinanza cautelare

Il giudice Alfonso Malato ha rigettato l'istanza di revoca o, in subordine, di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari. Salvatore Lupo, 41 anni, ex presidente del consiglio comunale di Favara, e la moglie Maria Barba, detta "Giusy" di 35 anni restano, dunque, ai domiciliari.

LEGGI ANCHE: Marito e moglie si difendono dal Gip 

La coppia era stata destinataria, nei giorni scorsi, di un'ordinanza cautelare firmata dal Gip Alfonso Malato ed eseguita dagli stessi carabinieri che si sono occupati delle indagini: quelli della compagnia di Licata, coordinati dal capitano Marco Currao. Martedì scorso poi sono stati sottoposti ad interrogatorio di garanzia. 

LEGGI ANCHE: C'è un'indagata pronta a collaborare 

Secondo quanto scritto dal giudice Alfonso Malato "permangono, nel medesimo grado, tanto i gravi indizi di colpevolezza quanto le esigenze cautelari esposte nel recentissimo provvedimento con il quale è stata applicata la misura" e dunque il magistrato ha rigettato l'istanza avanzata dalla difesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta "Stipendi spezzati", marito e moglie restano agli arresti domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento