Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Licata

Brucia l'auto di un bracciante agricolo, è il secondo incendio in 24 ore a Licata

I carabinieri, già durante la notte, hanno sentito il quarantacinquenne e non è escluso che tornino a farlo nuovamente nei prossimi giorni

Notte di fuoco – la seconda consecutiva – per le vie di Licata. A bruciare, in via Torricelli, è stata una Citroen C4 di proprietà di un bracciante agricolo quarantacinquenne. Le fiamme sono state circoscritte prima e spente dopo dai vigili del fuoco del distaccamento cittadino. Dell’attività investigativa, avviata nottetempo, si stanno occupando i carabinieri della locale compagnia. Le cause della scintilla iniziale non sono risultate chiare. Gli investigatori, ieri, parlavano quindi di “cause ancora in corso d’accertamento”.

Nessuna ipotesi veniva, naturalmente, esclusa: né quella dolosa, né quella accidentale. Servirà, naturalmente, del tempo per provare a fare chiarezza su cosa effettivamente abbia innescato l’incendio che ha determinato gravi danni all’auto del bracciante agricolo. I carabinieri, già durante la notte fra giovedì e ieri, hanno sentito il quarantacinquenne e non è escluso che tornino a farlo nuovamente nei prossimi giorni. Unico e solo l’obiettivo: capire quale sia stata la matrice. Sempre i militari dell’Arma si stanno occupando del rogo che, appena 24 ore prima, ha danneggiato il furgone, un Fiat Iveco 35, di proprietà di un’azienda di prodotti ittici. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di un bracciante agricolo, è il secondo incendio in 24 ore a Licata

AgrigentoNotizie è in caricamento