Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Licata

I continui falò di cassonetti dei rifiuti, incastrato il piromane: è un disoccupato di 52 anni

I carabinieri sono riusciti a dare un nome e cognome all'autore dei danneggiamenti dopo aver acquisito e vagliato numerosi filmati estrapolati dalle telecamere di videosorveglianza privata

Il piromane di Licata, colui che per alcune notti di fila ha appiccato il fuoco ai cassonetti per la raccolta dei rifiuti, ha un nome e cognome. E' stato identificato e denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. A scoprire che si tratta di un licatese, incensurato e disoccupato, di 52 anni sono stati i carabinieri della stazione di Licata.

I militari dell'Arma, coordinati dal comandante della compagnia: il capitano Francesco Lucarelli, sono riusciti ad arrivare alla piena identificazione dell'autore dei diversi falò dopo aver acquisito e vagliato numerosi filmati estrapolati dalle telecamere di videosorveglianza privata. Grazie ad un lavoro paziente e certosino, i carabinieri hanno acquisito elementi e dettagli chiari e sufficienti per dare un nome e cognome al piromane che, adesso, dovrà rispondere dell'ipotesi di reato di danneggiamento aggravato.

Appiccato il fuoco ai cassonetti: terza notte di fuoco consecutiva a Licata

Dopo i continui, di fatto sistematici, raid distruttivi, il sindaco di Licata Pino Galanti aveva lanciato un accorato appello, chiedendo un potenziamento dei controlli. E negli scorsi giorni, in Prefettura, alla presenza delle massime autorità provinciali, si era tenuto anche un apposito tavolo tecnico. Era nel frattempo in corso, coperta dal massimo riserbo, l'attività investigativa dei carabinieri della stazione di Licata che sono riusciti, e nel giro di pochissimi giorni, a fare chiarezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I continui falò di cassonetti dei rifiuti, incastrato il piromane: è un disoccupato di 52 anni

AgrigentoNotizie è in caricamento