rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Licata

"Tarocca il preventivo per frodare l'assicurazione", quarantaduenne a giudizio

La Procura di Milano, dove ha sede la compagnia, ha chiesto il processo per una licatese che avrebbe cercato di gonfiare le spese del rimborso

Tarocca il preventivo del carrozziere per cercare di ottenere un maggiore risarcimento. A conclusione di una serie di accertamenti, però, la compagnia si accorge del "trucco" e denuncia la propria cliente.

Per Agathe Elisabet Barbiere, 42 anni, di Licata, è stato adesso chiesto il rinvio a giudizio per l'accusa di frode assicurativa che il codice penale etichetta come "fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona".

La vicenda è stata accertata il 27 marzo del 2014 e risale al 31 marzo dell'anno precedente. La donna, che ha nominato come difensore di fiducia l'avvocato Angelo Benvenuto, subì il danneggiamento, a opera di vandali e il furto di alcuni oggetti su un veicolo, ovvero la sua Alfa Romeo.

Trattandosi di un evento coperto da polizza assicurativa, denunciò il fatto alla propria compagnia chiedendo di essere risarcita in base al contratto. Gli uffici - secondo la ricostruzione che adesso fa la Procura milanese che ha indagato sull'episodio avendo la compagnia sede nella capitale lombarda - chiesero alla cliente la documentazione a supporto delle sue richieste e, in particolare, i preventivi per la riparazione del mezzo e per acquistare gli oggetti rubati.

La quarantaduenne, sostiene l'accusa, al fine di ottenere un maggiore indennizzo, avrebbe taroccato un altro preventivo, che aveva un nominativo diverso, perchè compariva una cifra superiore rispetto a quella che le sarebbe stata liquidata. 

Gli accertamenti di rito eseguiti dai periti della compagnia assicurativa consentirono di accertare che la documentazione esibita era stata falsificata e che era stata sostituita l'intestazione delle generalità. La vicenda, quindi, fu segnalata alla Procura della Repubblica di Milano, dove ha sede la compagnia, che ha avviato un'inchiesta per l'ipotesi di reato di frode assicurativa.

Conclusi gli accertamenti il pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio ed è stata fissata l'udienza preliminare che si celebrerà il 13 gennaio davanti al gup Raffaela Mascarino. 

Il difensore, l'avvocato Angelo Benvenuto, potrà chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. In caso contrario sarà il giudice a decidere se disporre o meno il rinvio a giudizio e la vicenda, quindi, sarà approfondita in dibattimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tarocca il preventivo per frodare l'assicurazione", quarantaduenne a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento