rotate-mobile
Cronaca Licata

Torna la festa di Sant'Angelo: l'amministrazione si tassa per permettere l'iniziativa

Sindaco, presidente del Consiglio comunale e assessori contribuiranno con le proprie finanze, lanciato appello agli imprenditori locali

La festa di Sant’Angelo, patrono della città di Licata, si svolgerà con il contributo economico diretto dell'amministrazione comunale. Ad annunciarlo, in una nota, è il sindaco Pino Galanti. L'ente è infatti al lavoro già da alcune settimane per consentire il ritorno di una tradizione molto sentita dai cittadini e che negli ultimi tre anni non è stata possibile a causa del Covid. 

A rendere difficile quest'anno la riproposizione dell'iniziativa era, invece, la situazione finanziaria del Comune. Per questo sindaco e assessori garantiranno di tasca propria parte delle somme con un contributo che sarà di mille euro per il primo cittadino e il presidente del Consiglio comunale e di 500 euro per i componenti della giunta.

Da parte del sindaco Pino Galanti, comunque, arriva  anche l’appello agli imprenditori a contribuire, come hanno fatto già a Natale, per raggiungere il budget necessario per organizzare tutti gli eventi della Festa di Maggio.

“Sono certo – commenta - che anche stavolta gli imprenditori accoglieranno il nostro appello. Qui la generosità, come dimostrato nello scorso Natale, non manca. Chi può, se lo ritiene, doni qualcosa per consentirci di organizzare i festeggiamenti. Ne approfitto per ringraziare la Pro Loco di Licata per essersi detta pronta a distribuire i fondi ai fornitori ed alle associazioni coinvolte nell’organizzazione della festa, ciascuno per la quota stabilita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la festa di Sant'Angelo: l'amministrazione si tassa per permettere l'iniziativa

AgrigentoNotizie è in caricamento