Cronaca

Medici in "trincea" contro il Coronavirus, ma al San Giacomo d'Altopasso mancano le mascherine

Scorte esaurite, sanitari e infermieri costretti a riciclarle: dura lettera della direzione del dipartimento del farmaco dell’Asp a direzione generale e responsabili presidi: "Evitate richieste ridondanti che hanno il sapore di approvvigionamenti casalinghi"

L'ospedale San Giacomo d'Altopasso, come tutti gli ospedali della provincia, è in "trincea" nella lotta al Covid-19, pesantemente esploso nell'Agrigentino negli ultimi giorni. Tuttavia medici, infermieri e operatori sono costretti a "riciclare" le mascherine perchè la farmacia ha, di fatto, pressochè esaurito le scorte e ne consegna pochissime ai vari reparti.

Coronavirus, aumentano i contagi: cinque casi in più per la provincia

Ci vorranno almeno sette o dieci giorni prima che la situazione possa migliorare. Questo perchè la fornitura non migliorerà fino a quando non ci sarà l'annunciata consegna da parte della Protezione civile.

Coronavirus, 32 contagiati in più sull'isola: fermi a 3 i ricoverati dell'Agrigentino

Intanto, fonti vicine all'Asp, confermano l'esistenza di una lettera, indirizzata dalla direzione del dipartimento del farmaco dell’Asp alla direzione generale e ai responsabili presidi, in cui si parla di "richieste di forniture che appaiono non solo esagerate ma anche inspiegabili".

In giro per strada per comprare farina, cellulare e pure una casa: denunciato anche il titolare di un bar

Con la nota finale che sa di accusa neppure troppo velata: "Evitate richieste ridondanti che hanno il sapore di approvvigionamenti casalinghi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici in "trincea" contro il Coronavirus, ma al San Giacomo d'Altopasso mancano le mascherine

AgrigentoNotizie è in caricamento