Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Ruspe pronte a tornare in azione, lanciato un nuovo appello

Il comitato per la tutela della casa, nella lettera inviata, si è soffermato anche sul fatto che "molti di questi edifici sono prime abitazioni, non seconde o terze"  

Una ruspa in contrada Pisciotto a Licata

Il 19 settembre riprenderanno le demolizioni. Il Comune di Licata ha già ricevuto, dalla Procura della Repubblica di Agrigento, l'elenco dei nuovi 150 immobili da radere al suolo. E agli ormai ex proprietari sono state notificate le prime 44 ordinanze con data, appunto, 19 settembre. 

Il comitato per la tutela della casa ha lanciato nuovo appello al sindaco, al consiglio comunale, alla Prefettura ed alla Procura affinché si tenga in considerazione "il fatto che queste case sono state realizzate a costo di enormi sacrifici, spesso da persone che sono emigrate all'estero in cerca di lavoro, ed hanno lavorato anche nelle miniere, e una volta rientrati in patria hanno edificato delle abitazioni per loro stessi ed i propri figli. Il comitato, nella lettera invitata, si è soffermato anche sul fatto che "molti di questi edifici sono prime abitazioni, non seconde o terze".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruspe pronte a tornare in azione, lanciato un nuovo appello

AgrigentoNotizie è in caricamento