"Deve scontare 2 anni e 4 mesi", arrestato e portato in carcere

Gli agenti hanno dato esecuzione al provvedimento di cumulo di pene e, contestualmente, hanno eseguito l’ordine della Procura per inosservanza degli obblighi inerenti la misura della sorveglianza speciale

Un ingresso del carcere "Di Lorenzo"

Deve scontare la pena di due anni e quattro mesi. E’ in esecuzione di un provvedimento dell’autorità giudiziaria che i poliziotti del commissariato di Licata hanno arrestato, nella serata di giovedì, Angelo Paraninfo di 30 anni. Gli agenti hanno dato esecuzione al provvedimento di cumulo di pene e, contestualmente, hanno eseguito l’ordine della Procura della Repubblica di Agrigento per inosservanza degli obblighi inerenti la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il trentenne si è lasciato notificare i provvedimenti e dopo le formalità di rito dell’arresto sono stati gli stessi poliziotti del commissariato di Licata che lo hanno accompagnato alla casa circondariale “Di Lorenzo” di contrada Petrusa ad Agrigento. L’ordine della Procura per la presunta inosservanza degli obblighi inerenti la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno è arrivato dopo che le forze dell’ordine presenti a Licata hanno segnalato all’autorità giudiziaria le presunte violazioni. Il trentenne licatese è stato, dunque, portato in carcere dove dovrà appunto scontare la pena di due anni e quattro mesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Frana il costone di Maddalusa, solo paura per i bagnanti: nessun ferito

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento