Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Caso di Coronavirus a Licata, sindaco e 22 impiegati comunali in isolamento

La donna, che era rientrata da una crociera, sarebbe stata a Sciacca e avrebbe avuto contatti diretti con persone che lavorano all'ospedale "Giovanni Paolo II". Pino Galanti: "Il focolaio è sicuramente importato"

Un tampone per il Coronavirus e il sindaco di Licata: Pino Galanti

Il sindaco di Licata, Pino Galanti, si è messo - quale atto di buon senso per garantire la massima prevenzione - in isolamento fiduciario. Ed ha disposto che lo stesso facciano - in via precauzionale - tutti i dipendenti comunali dello stesso settore dove è impiegato il marito della 55enne risultata positiva al tampone. Si tratta di circa 22 impiegati del Municipio. "E' già pronta l'ordinanza - ha spiegato telefonicamente il sindaco Pino Galanti - . Io per primo, da ieri sera, mi sono messo in isolamento fiduciario. Indirettamente ho avuto contatti con impiegati comunali che, a loro volta, hanno avuto contatti con l'impiegato che è marito della donna risultata positiva al test".

Emergenza Coronavirus: tampone positivo anche a Licata, in "quarantena" una donna e la sua famiglia

Al Municipio verranno garantiti i servizi essenziali, ma intanto il sindaco ha fatto disinfettare tutto. "Ho fatto disinfettare tutte le stanze e le scrivanie e lunedì lo rifaranno di nuovo - ha spiegato Galanti - . E' questione di massima cautela e prudenza". L’autorità sanitaria ha disposto la santificazione degli uffici del Carmine e la loro chiusura per 7 giorni. 

Coronavirus: 32 casi in più sull'isola, per la provincia calano i ricoveri e due i guariti

I vigili del fuoco del distaccamento di Licata, ieri sera alle 21.30 circa, sono intervenuti su richiesta del 118 per contribuire al soccorso di una persona che stava male. Si è  trattato di una persona obesa che è stata appunto soccorsa dai sanitari del 118 e dai vigili del fuoco e che è stata subito trasferita - come da protocollo, temendo un possibile caso sospetto, - all'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. "Sono intervenuti per una persona che pesa 130 chili che, da tempo, era ammalata ed a casa - ha chiarito il sindato Pino Galanti - . Molto probabilmente il Coronavirus non c'entra niente. So che è stato portato all'ospedale di Caltanissetta perchè Licata non ha le strutture per accogliere persone per le quali c'è un sospetto. So che hanno fatto il tampone e avremo la risposta fra 48 ore".

Tre positivi a Sciacca nelle ultime ore e tampone negativo per un bimbo di Ribera

Intanto, si stanno ricostruendo spostamenti e contatti della 55enne risultata positiva al test del Covid-19. Sono, naturalmente, sotto stretta osservazione sanitaria i familiari della donna. "Non è stato fatto, al momento, nessun tampone al marito"- ha raccontato il sindaco di Licata - . La donna, che era rientrata da una crociera, sarebbe stata a Sciacca e avrebbe avuto contatti - così riferiscono i ben informati - con persone che lavorano all'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca. "Il focolaio è sicuramente importato: o dalla crociera o da contatti con Sciacca" - ha chiarito il sindaco Galanti - . La donna pare che si fosse messa, autonomamente e spontaneamente, in quarantena. Questo dovrebbe aver ridotto ogni possibilità di eventuali contagi.  

Trovati i posti letto per i "positivi", aumentano gli infermieri e pronto l'interscambio per Terapia intensiva

Già, nei giorni scorsi, il sindaco di Licata aveva lanciato un appello che torna, adesso più che mai, a ripetere: "Rimanere in casa è l’unico antidoto al momento conosciuto contro il virus. Rivolgo ancora una volta l’appello ai miei concittadini: rimanete a casa!”. Con il vice sindaco Antonio Montana, in accordo con le forze dell’ordine e la Protezione civile, è stato istituito il centro operativo comunale (Coc). Vi farà parte il anche il comandante della polizia Municipale, Giovanna Incorvaia. Il "Coc" servirà a coordinare la risposta straordinaria che la Protezione civile e le forze dell’ordine hanno deciso di mettere in atto per contrastare la diffusione del Coronavirus. Secondo il vice sindaco Montana, incaricato dal sindaco Pino Galanti, “in situazioni straordinarie servono sforzi e misure altrettanto eccezionali. È ammirevole lo spirito di collaborazione delle forze dell’ordine e della Protezione civile, nonché lo spirito di sacrificio dei nostri vigili urbani. Non mi stancherò di raccomandare a tutti – aggiunge Montana - di stare in casa e di avere fiducia sul fatto che Licata unita può farcela. Mi auguro –  ha concluso il vice sindaco - che anche in politica ognuno faccia la propria parte, senza cercare sensazionalismi, ed evitando polemiche e insulti, fuori luogo sempre ma ancor di più in questo difficilissimo momento”.

Nessun caso di Covid-19 in città, Galanti: "Continuate a restare in casa"

coc di licata-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso di Coronavirus a Licata, sindaco e 22 impiegati comunali in isolamento

AgrigentoNotizie è in caricamento