"Una serra di cannabis nana in mansarda": arrestato un 40enne

Sedici le piante – da un’altezza di 80 o 90 centimetri circa, già in infiorescenze, – recuperate e poste sotto sequestro

Una coltivazione di marijuana sequestrata in precedenza (foto ARCHIVIO)

“Coltivava Cannabis nana autofiorente in mansarda”. E’ con questa accusa che i carabinieri della compagnia di Licata hanno arresto un quarantenne che è stato posto, in attesa dell’udienza di convalida, ai domiciliari. Sedici le piante – da un’altezza di 80 o 90 centimetri circa, già in infiorescenze, – che sono state recuperate e poste sotto sequestro.

Continuano, di fatto, ad essere assestati importanti “colpi” contro la coltivazione, e dunque anche contro lo spaccio, di sostanze stupefacenti nella zona di Licata e dintorni. I carabinieri della compagnia, da settimane e settimane ormai, non mollano la presa perché sono consapevoli del fatto che – superato il lockdown – anche lo spaccio è tornato in auge. Ed è proprio durante un’attività investigativa – indirizzata a prevenire e reprimere lo spaccio – che è stata realizzata una perquisizione nell’abitazione del sospettato. Ed effettivamente – stando all’accusa – i militari dell’Arma ci avevano visto più che bene.

All’interno della mansarda è stata scoperta una sorta di "serra professionale". Una serra attrezzata con tanto di luci e materiale vario per favorire la crescita e le infiorescenze delle piante. Sedici appunto le piante che sono state rinvenute. Il quarantenne licatese è stato, dunque, arrestato e posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento