La colletta alimentare e il grande cuore dei licatesi: aiutate 598 famiglie

Non c'è stata forse nessuna città italiana che è riuscita a raggiungere questo encomiabile risultato. In città non si è rimasti fermi ad aspettare l'arrivo e la consegna dei buoni spesa governativi, ma ci si è dati veramente da fare. I cittadini fidandosi ciecamente della polizia municipale e del suo comandante, Giovanna Incorvaia, hanno risposto con slancio

Ogni più rosea aspettativa è stata superata. I licatesi hanno dimostrato, ancora una volta, il loro grande cuore e la polizia locale - comandante Giovanna Incorvaia in testa - hanno lavorato a perdifiato per servire (la distribuzione è stata fatta al domicilio) 598 famiglie in difficoltà a causa del Coronavirus. 

Non c'è stata forse nessuna città italiana che è riuscita a raggiungere questo encomiabile risultato. Perché a Licata non si è rimasti fermi ad aspettare l'arrivo e la consegna dei buoni spesa governativi, ma ci si è dati veramente, concretamente, da fare. E i licatesi fidandosi ciecamente della polizia municipale e del suo comandante, Giovanna Incorvaia, hanno risposto con cuore e mano tesa per dare.

Anticipando di molto gli aiuti governativi, la polizia municipale - a Licata - è riuscita a prevenire e bloccare sul nascere temibili reazioni dettate dalla disperazione. "La polizia municipale - hanno ripetuto - è stata solo il tramite del grande cuore dei licatesi". Ma in realtà senza l'iniziativa dei vigili urbani e senza il duro lavoro al quale si sono sottoposti, nulla di tutto questo sarebbe stato raggiunto.

La raccolta di generi alimentari ha consentito di incamerare, e distribuire a 598 famiglie, 2.253 chili di pasta; 1.253 litri di passata di pomodoro; 525 chili di zucchero; 386 di farina; 380 di sale; 333 pacchi di merendine; 633 chili di pane fresco; 198 litri di olio di semi; 27 barattoli di nutella; 48 barattoli di marmellata; 42 pacchi di pastina per bambini ; 50 pacchi di pannolini per bambini; 20 pacchi di salviettine igieniche imbevute; 9 barattoli di carciofini; 47 chili di pomodori freschi, 25 chili di cetrioli freschi, 17 lattine di caponata; 514 lattine di carne in scatola; 25 sedani freschi; 10 bombole di gas metano; 21 buste di caramelle; 150 colombe pasquali; 204 chili di riso; 84 litri di bevande; 6 scatole di cereali da colazione; 40 chili di limoni freschi; 1000 carciofi freschi; 25 panettoni; 1.027 lattine di tonno; 1.485 lattine di polpa di pomodoro; 569 pacchi di biscotti; 1.373 litri di latte; 170 litri di olio extra vergine d'oliva; 436 confezioni di succo di frutta; 65 confezioni di carta igienica; 82 vasetti di frutta omogeneizzata; 101 vasetti di carne omogeneizzata; 12 confezioni di biscotti per neonati; 62 vasetti di sughi pronti; 264 chili di frutta fresca; 32 chili di fagiolino fresco; 6.780 litri di acqua in bottiglia; 52 barrette di cioccolata; 15 "panarini" pasquali; 12 confezioni di vitamine per gestanti e bambini; 482 uova pasquali di cioccolato; 59 confezioni di pancarrè; 121 confezioni di fette biscottate; 58 confezioni di tovaglioli di carta; 188 confezioni di dolcini freschi; 2 litri di vino; 1 pacco di orzo; 128 flaconi di detersivi vari; 228 pacchetti di caffè; 220 chili di cipolle; 141 barattoli di piselli; 138 barattoli di fagioli; 37 di carne fresca tritata; 42 confezioni di formaggini; 820 uova fresche; 25 barattoli di pesto; 55 confezioni di crackers; 2 cotechini; 2 budini; 120 barattoli di patè di carciofi; 9 litri di aceto; 44 confezioni di rotoloni da cucina; 33 flaconi di shampoo; 224 chili di patate; 279 buste di legumi secchi; 36 chili di fettine di pollo; 12 chili di fettine di manzo; 100 formine di formaggio fresco; 9 barattoli di frutta; 71 buste di latte per neonato; 28 flaconi di ammorbidente per bucato; 300 chiili di fave fresche; 4 kit igiene neonati e 12 chili di cosce di pollo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci piace pensare che la colletta alimentare sia risultata provvidenziale nei momenti immediatamente successivi alla crisi determinata dall'emergenza Coronavirus. Ringraziare tutti sarebbe davvero impossibile. Ma una considerazione desidero esternarla: abbiamo dimostrato, tutti assieme, quanto grande possa essere il cuore dei licatesi nel momento del bisogno vero - ha detto il comandante della polizia municipale Giovanna Incorvaia - . Credo che possiamo, con giusto merito, considerarci un esempio per l'Italia intera. Abbiamo soddisfatto il bisogno di 598 famiglie per un totale complessivo di 2.392 persone. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito e grazie anche a chi, pur desiderandolo, non ha potuto. Viva Licata! Viva i licatesi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento