menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il deputato Carmelo Pullara

Il deputato Carmelo Pullara

"Turbativa d'asta", la Cassazione: no all'arresto di Carmelo Pullara

Lo scorso agosto, il Riesame accogliendo l'appello della Procura aveva ordinato i domiciliari per il deputato che ha però fatto ricorso alla Suprema Corte

E' definitivo il "no" all'arresto deciso dal gip. La Corte di Cassazione ha annullato, senza rinvio, l'ordinanza del Riesame. Il deputato regionale dei Popolari e autonomisti Carmelo Pullara, originario di Licata, non va arrestato. Non ci sono elementi - secondo la Suprema Corte - per imporre la custodia cautelare 

L'esponente politico - che è rappresentato dall'avvocato Giuseppe Di Peri - è indagato nell'ambito dell'inchiesta "Sorella sanità", su una serie di presunte corruzioni e turbative d'asta (è proprio questo il reato contestato a Pullara) nell'ambito degli appalti per le forniture a ospedali e aziende sanitarie provinciali. Il volume di affari interessato dalle gare oggetto dell'indagine è di oltre 600 milioni di euro.

Inchiesta "Sorella sanità", fra gli indagati anche il deputato Carmelo Pullara: "Estraneo ai fatti"

Il pool coordinato dal procuratore aggiunto Sergio Demontis aveva chiesto gli arresti in casa per il parlamentare già nel maggio scorso, ma il gip Claudia Rosini li aveva negati, sostenendo l'insussistenza dei gravi indizi: basandosi su una serie di intercettazioni, i pm Giovanni Antoci e Giacomo Brandini avevano sostenuto come nel 2018 Pullara avesse cercato di favorire l'azienda Manutencoop, oggi Rekeep, che ha sempre sostenuto di essere estranea alla vicenda. Anche l'indagato ha respinto gli addebiti. Lo scorso agosto, il Riesame accogliendo l'appello della Procura aveva ordinato gli arresti domiciliari per il deputato che ha però fatto ricorso in Cassazione. E la Cassazione ha oggi deciso - ed è definitivo il "no" - che Pullara non va arrestato. 

"Turbative d'asta": il Riesame ordina arresti domiciliari per deputato Ars

Nel processo già fissato, la posizione del parlamentare regionale era stata stralciata proprio in attesa del pronunciamento della Cassazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento