"Trovato con delle piante di canapa indiana", arrestato un ventenne

I carabinieri hanno effettuato una perquisizione in un casolare agricolo ed hanno trovato la "roba"

Un precedente sequestro dei carabinieri (foto ARCHIVIO)

Sarebbe stato trovato in possesso di alcune piante di canapa indiana. Piante che pesavano, complessivamente, circa tre chili e dalle quali avrebbe potuto recuperare – secondo l’accusa - il fogliame e dunque una quantità, certamente assai inferiore rispetto ai complessivi tre chili, di marijuana. E’ per coltivazione di sostanze stupefacenti che i carabinieri della compagnia di Licata, nella giornata di giovedì, hanno arrestato Giulio Aquilino, 20 anni, di Licata. Il giovane, su disposizione del sostituto procuratore di turno, è stato collocato ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

I carabinieri della compagnia di Licata hanno effettuato – stando a quanto ieri ha reso noto il comando provinciale dell’Arma di Agrigento - una perquisizione in un casolare agricolo di contrada Safarello. Ed è proprio durante quest’ispezione che sarebbero state trovate – secondo l’accusa – le piante di canapa indiana. Il giovane è stato dunque arrestato e le piante, dalle quali appunto si ricava la marijuana, sono state poste sotto sequestro. E’ scontato che verranno distrutte nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento