rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Licata

Cadavere sugli scogli a Licata, è "giallo" sull'identità: aperta un'inchiesta

La salma è stata portata all'obitorio dell'ospedale "San Giacomo d'Altopasso" dove verrà sottoposta ad autopsia. Potrebbe trattarsi di uno dei tanti migranti morti durante una delle traversate della speranza?

Il cadavere di un uomo, forse un giovane, è stato ritrovato e recuperato sugli scogli di una piccola spiaggia di Licata. A mobilitarsi per il recupero della salma sono stati i poliziotti del commissariato cittadino. Il corpo, pare irriconoscibile, è stato portato all’obitorio dell’ospedale “San Giacomo d’Altopsasso” dove – quando il sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, disporrà l’esame – verrà sottoposto ad autopsia.

L’ispezione dovrebbe riuscire a chiarire come l’uomo sia morto, per quanto tempo grosso modo è rimasto in acqua, e se è o meno un extracomunitario. Ieri, investigatori e inquirenti non avevano in mano alcun elemento certo. Una sorta di “giallo”, dunque, quello che s’è registrato a Licata.

Potrebbe trattarsi di uno dei tanti migranti morti durante una delle traversate della speranza. Ma non è però detto. L’autopsia dovrebbe riuscire a chiarire anche questo. I poliziotti del commissariato di Licata, come prima cosa si sono sincerati sulle denunce di scomparsa presentate in tutta la provincia, ma non soltanto. Un passaggio investigativo di rito, indispensabile per avere, e fin da subito, un quadro chiaro. L’ipotesi privilegiata – ma non confermata – è quel cadavere sia di uno dei tanti migranti morti durante il viaggio verso le coste siciliane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere sugli scogli a Licata, è "giallo" sull'identità: aperta un'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento