rotate-mobile
Cronaca Licata

Licata, aperto al pubblico lo storico archivio Cannarella

A darne notizia è l'assessore comunale alla Cultura, Daniele Vecchio: "Consente di ricostruire fedelmente la storia della nostra città dal 1396 al 1956"

Lo storico archivo Cannarella Marchesi di Scuderi, acquistato dall'amministrazione comunale di Licata e conservato presso uno dei locali del Fondo antico di via San Francesco, è adesso disponibile per la pubblica fruizione. A darne notizia è l'assessore comunale alla Cultura, Daniele Vecchio.

"L'importante, voluminosa e prestigiosa raccolta documentale, conservata in 523 faldoni, che consente di ricostruire fedelmente la storia della nostra città dal 1396 al 1956, dopo la lunga fase preparatoria, è finalmente a disposizione di studiosi, studenti e di quanti hanno voglia o necessità di meglio conoscere storicamente Licata – sono le parole dell'assessore Vecchio – . Ed è per questo che, con pieno orgoglio, intervenendo anche a nome del sindaco, Angelo Cambiano, mi preme sottolineare il raggiungimento di questo traguardo".

L'archivio Cannarella, si trova all'interno del Fondo antico, sito in un'ala, a primo piano, dell'ex convento di San Francesco. E lo stesso sito a breve ospiterà anche l'archivio storico in modo da raccogliere in un solo contenitore culturale tutta quanta la documentazione relativa alla vita della città.

L'archivio Cannarella, che per la sua valenza è sottoposto alla disciplina del decreto legislativo 22 gennaio 20043 n° 42, ad opera del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza Archivistica per la Sicilia, è transitato al patrimonio indisponibile del Comune nel 2009, anno in cui l'ente ha proceduto al suo acquisto. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, aperto al pubblico lo storico archivio Cannarella

AgrigentoNotizie è in caricamento