rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Licata

"Alimenti in cattivo stato", Cassazione condanna titolare di stabilimento

Il licatese dovrà pagare quattro mila euro di multa

La Cassazione ha confermato. Il titolare di uno stabilimento balneare di Licata, dove erano stati trovati e sequestrati carne e pesce abusivamente congelati, dovrà pagare 4 mila euro di multa perché commercializzava o comunque deteneva alimenti in cattivo stato di conservazione. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il controllo venne effettuato diversi anni addietro dai carabinieri del Nas. All'epoca vennero sequestrati 15 chili di gamberi, 4 chili di seppioline e calamari, 2 chili di spigole e circa 5 chili di frittura mista, oltre a 3 chili di carne di maiale e hamburger.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Alimenti in cattivo stato", Cassazione condanna titolare di stabilimento

AgrigentoNotizie è in caricamento