menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredirono ex assessore e coinvolti nelle torture ai disabili: arrestati due minorenni

I quattordicenni erano stati sorpresi e richiamati dall'ex amministratore mentre stavano danneggiando una porzione della villa comunale

Due quattordicenni sono stati arrestati, dai carabinieri, in esecuzione di altrettanti provvedimenti del tribunale per i minorenni di Palermo. Si tratta - secondo l'accusa - dei vandali che, lo scorso 24 marzo, aggredirono l'ex assessore comunale che li aveva richiamati dopo averli sorpresi a danneggiare una porzione della villa comunale Regina Elena.

Paolo Licata di 62 anni, allora, finì in ospedale, al "San Giacomo d'Altopasso", dove i medici gli diagnosticarono ferite guaribili in circa 30 giorni.

"Interviene per fermare dei vandali", aggredito ex assessore comunale

L'ex amministratore venne colpito alla testa da una grossa pietra lanciata dai ragazzini-vandali che dovranno, adesso, rispondere di lesioni personali aggravate.

Ma i due quattordicenni - stando sempre all'accusa - sono coinvolti anche nell'inchiesta. arrivata all'epilogo, che, a fine dello scorso gennaio, portò in carcere altre tre persone che - stando all'accusa di carabinieri e Procura - picchiavano, sequestravano e umiliavano dei disabili, riprendendo le drammatiche scene con i telefoni cellulari, per poi pubblicare i video sui social. La Procura della Repubblica di Agrigento, per i tre fermati dello scorso gennaio, oltre alla violazione di domicilio e al sequestro di persona, contestò il reato di tortura. I due ragazzini - in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare - sono stati collocati in comunità.

Torturati in mezzo alla strada sotto lo sguardo indifferente dei passanti: nessun aiuto, nessuna segnalazione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento