rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

"Rubati e destinati al mercato nero", recuperati alcuni preziosi libri della "Lucchesiana"

Domattina i carabinieri del Nucleo tutela patrimonio riconsegneranno i beni che erano stati sottratti anni fa

Erano stati rubati decenni fa ed erano destinati a facoltosi acquirenti senza scrupoli. Si tratta di alcuni preziosi testi antichi che i carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale italiano restituiranno domani, durante una cerimonia, alla loro legittima "casa": la biblioteca lucchesiana.

Si tratta, in particolare, del "Bellum Catilinarium et Bellum Iugurthinum", manoscritto miniato su pergamena del Sallustio e dell’ "Ars Nova", dello Pseudo-Cicerone, manoscritto su pergamena firmato da Bonaccorso da Pesaro, entrambi del '400. A questi si aggiunge il Dizionario siciliano italiano latino di Michele Del Bono della Compagnia di Gesù risalente alla metà del 1700. 

"Siamo ancora una volta davanti ad una bella collaborazione con le Forze dell'ordine, in particolare con l'Arma dei Carabinieri - dice in una nota l'assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samoná - che ha consentito di recuperare preziose pagine del nostro patrimonio culturale. L'attività investigativa è preziosa, perché oltre a restituire beni di grande valore, agisce come deterrente verso quanti fanno commercio in modo illecito di pezzi del nostro patrimonio culturale, sottraendo preziose testimonianze al mondo intero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rubati e destinati al mercato nero", recuperati alcuni preziosi libri della "Lucchesiana"

AgrigentoNotizie è in caricamento