rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Controlli / Comitini

Viola la libertà vigilata e si sposta in un altro Comune: denunciato operatore ecologico

A fermare, controllare e denunciare alla Procura il netturbino quarantaquattrenne sono stati i carabinieri

Avrebbe dovuto restare – per effetto della misura di sicurezza della libertà vigilata alla quale è sottoposto – a Racalmuto. Invece è stato trovato, e senza alcuna autorizzazione, a Comitini. A fermare, controllare e denunciare alla Procura l’operatore ecologico quarantaquattrenne sono stati i carabinieri della stazione cittadina. Non è chiaro – o almeno non è stato reso noto – per quale motivo il quarantaquattrenne si fosse spostato da Racalmuto, suo Comune di residenza appunto ma non di origine, a Comitini.

A prescindere dalla motivazione, visto la trasferta senza alcuna autorizzazione, i carabinieri hanno accertato che l’operatore ecologico ha violato la misura di sicurezza della libertà vigilata che imponeva anche l’obbligo di non allontanarsi dal Comune di domicilio. Anche questa denuncia, alla Procura della Repubblica, altro non è che il frutto dei controlli – sistematici e capillari – che vengono effettuati, dai militari dell’Arma, anche in piccole realtà come quella di Comitini. Controlli e accertamenti, naturalmente, proseguiranno tanto nei paesi quanto nelle città. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola la libertà vigilata e si sposta in un altro Comune: denunciato operatore ecologico

AgrigentoNotizie è in caricamento