Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Libero consorzio: «Allo studente disabile di Aragona possiamo solo rimborsare le spese di trasporto»

Il Libero consorzio comunale è intervenuto in merito alla vicenda che vede, suo malgrado, coinvolto un ragazzo disabile di Aragona che per mancanza di un mezzo idoneo potrebbe essere impossibilitato nei prossimi giorni a raggiungere la propria scuola

Il Libero consorzio comunale è intervenuto in merito alla vicenda che vede, suo malgrado, coinvolto un ragazzo disabile di Aragona che per mancanza di un mezzo idoneo potrebbe essere impossibilitato nei prossimi giorni a raggiungere la propria scuola.

«Preliminarmente, come già avvenuto in precedenza, il Settore Politiche del Lavoro rimane, comunque, a disposizione della famiglia per ogni chiarimento utile ad una positiva soluzione della vicenda - scrive l'Ente -. A chiarimento questo Libero Consorzio attraverso il settore Politiche del lavoro e dell’Istruzione assicura in atto, in modo regolare, il trasporto scolastico gratuito per ben 85 studenti con handicap grave che frequentano le scuole superiori della provincia.

Il servizio è fornito non in maniera diretta, bensì provvedendo al rimborso delle spese sostenute dagli utenti attraverso l’autonoma scelta di associazione o cooperativa di cui servirsi, secondo un costo giornaliero determinato in base ai chilometri dal comune di residenza al comune sede della scuola frequentata.

L’associazione o la cooperativa, secondo il regolamento provinciale in materia, deve essere iscritta all’Albo regionale degli Enti assistenziali pubblici e privati per l’assistenza in favore degli inabili. Di conseguenza, - precisa ancora l'Ente - si ribadisce che non esiste alcun albo provinciale, nel quale siano iscritte associazioni o cooperative per lo svolgimento del servizio di trasporto scolastico, al quale fare riferimento e dunque la scelta dell’utente va indirizzata verso l’albo regionale.

Non risulta, inoltre, superfluo rilevare come nessun rapporto diretto intercorre tra questo Ente e le ditte che materialmente svolgono il servizio di trasporto scolastico. Questo ufficio quindi non può e non deve orientare, in qualsiasi modo, la scelta o la ricerca della ditta in quanto ciò si configurerebbe come una indebita ingerenza nella prerogativa di scelta che va invece lasciata all’assoluta autonomia dell’utente e della sua famiglia.

Il citato regolamento provinciale prevede inoltre la devoluzione del servizio ai Comuni, se a ciò disponibili, affinché lo attuino con proprio personale e mezzi, con il conseguente rimborso da parte di questo Ente delle spese vive sostenute, ma la famiglia ha ritenuto di declinare questa possibilità offerta dal Comune di Aragona, per come appreso tramite gli organi di informazione»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libero consorzio: «Allo studente disabile di Aragona possiamo solo rimborsare le spese di trasporto»

AgrigentoNotizie è in caricamento