"Smart working", ecco i numeri del Libero consorzio di Agrigento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Lavoro agile, una scelta obbligata che il Libero Consorzio sta utilizzando adeguatamente grazie all'utilizzo della piattaforma informatica dell'Ente, nel rispetto delle disposizioni contenute nel D.L. 17 marzo 2020. Questi i numeri del lavoro agile attivato a seguito della pandemia da Covid-19. Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento, attualmente, ha una dotazione organica di 540 dipendenti di cui 130 a tempo determinato e 410 a tempo indeterminato. Nel mese di aprile sono stati collocati in smart working 444 dipendenti con una percentuale dell'82,22 per cento. Una modalità lavorativa che permette ai dipendenti di assicurare il funzionamento dell'Ente, con necessarie limitazioni per quei servizi che prevedono la presenza del pubblico.

Giornalmente, nel mese di aprile, sono stati ottantotto il numero dei dipendenti presenti fisicamente al lavoro. Si tratta dei dipendenti che svolgono lavori indifferibili, come quelli del Settore Infrastrutture Stradali, in particolare i tecnici e quelli in servizio sulle strade provinciali e la Polizia Provinciale. Questi dipendenti rappresentano il 16,30 per cento di tutto il personale.

A questi lavoratori si aggiungono i numerosi dipendenti che in base ad indifferibili esigenze di lavoro si recano in ufficio per assicurare i servizi, in maniera non continuativa pur essendo collocati in lavoro agile, nel rispetto delle misure di prevenzione. A questi dipendenti sono stati distribuiti i materiali per il contenimento della pandemia e l'Ufficio Prevenzione ha provveduto alla sanificazione dei locali e dei mezzi in dotazione al personale in servizio. Tra questi la Protezione Civile del Libero Consorzio che opera quasi quotidianamente nel territorio consegnando generi alimentari alle famiglie in difficoltà nel territorio della provincia.

L'Ente, nonostante la chiusura al pubblico, ha provveduto a potenziare i servizi per il cittadino mediante la reperibilità degli addetti agli Urp, attraverso i numeri verdi del Libero Consorzio. Sono stati pubblicati tempestivamente i numeri di servizio di tutti i settori nel sito istituzionale www.provincia.agrigento.it, nella home page e nella pagina dedicata al lavoro agile.

Lo smart working è stato introdotto alla fine di marzo su disposizione del Commissario Straordinario Alberto Di Pisa e dal Segretario Generale Caterina Moricca, al fine di ridurre al minimo la possibilità di contagio e contribuire fattivamente all'arresto del diffondersi dell'epidemia.

Gli uffici del Libero Consorzio Comunale di Agrigento continueranno ad operare in modalità smart working, nel rispetto delle disposizioni contenute nel D.L. 17 marzo 2020 e delle direttive del Ministro per la pubblica amministrazione, per tutta la durata dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-2019, ovvero fino ad una data antecedente che sarà stabilita con un apposito provvedimento del Governo.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento