menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agrigento, Libero consorzio a un passo dal dissesto finanziario

Le ex Province siciliane sono prossime al dissesto finanziario: minori trasferimenti statali significa riduzione della spesa, impossibilità di far fronte alle esigenze del territorio, di garantire servizi per la collettività, per far fronte, di contro, a un gravoso "prelievo forzoso" da parte del Governo

Le ex Province siciliane sono prossime al dissesto finanziario: minori trasferimenti statali significa riduzione della spesa, impossibilità di far fronte alle esigenze del territorio, di garantire servizi per la collettività, per far fronte, di contro, a un gravoso "prelievo forzoso" da parte del Governo.

Si sottraggono, quindi, risorse al territorio per "finanziare lo Stato". A rischio la copertura finanziaria per qualunque spesa, e così anche gli stipendi dei dipendenti.

È il grido d’allarme lanciato dai  segretari e ragionieri generali dei nove enti riunitisi a Enna che, con l'occasione, hanno sottoscritto un documento poi inviato al presidente della Regione, Rosario Crocetta, al presidente dell’ Assemblea regionale, Giovanni Ardizzone, ed alla deputazione regionale per segnalare «lo squilibrio strutturale delle ex Province siciliane ed il prossimo stato di dissesto finanziario».

Nel documento si fa presente l'impossibilità di porre in essere adeguate misure correttive. «La situazione – si legge – scaturisce dai sempre più crescenti tagli operati sul comparto delle ex Province a decorrere dal 2008, dalla riduzione dei trasferimenti regionali per le funzioni e per il riequilibrio di bilancio, la riduzione delle entrate tributarie e l’impossibilità di utilizzare gli spazi connessi al patto di stabilità verticale regionale incentivato».

Per evitare il dissesto finanziario i segretari ed i ragionieri generali chiedono l’urgente adozione di «specifiche misure straordinarie derogatorie ai vincoli di finanza pubblica».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento