menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento in cui è stata liberata la tartaruga

Il momento in cui è stata liberata la tartaruga

Liberata al largo di Porto Empedocle una tartaruga "Caretta caretta"

Era stata pescata a largo dell'isola di Linosa; aveva nello stomaco un amo con la lenza che gli attraversava l'intestino. Dopo le cure del caso, è potuta tornare in libertà

Era stata pescata a largo dell'isola di Linosa; aveva nello stomaco un amo con la lenza che gli attraversava l’intestino. Dopo le cure del caso, è potuta tornare in libertà. Si tratta di un esemplare di tartaruga "Caretta caretta" che ieri mattina è stata rimessa in libertà dal personale del Cts Ambiente e della Ripartizione faunistico venatoria di Agrigento, grazie alla collaborazione della Guardia costiera. 

L'animale è stato caricato a bordo del gommone "Hurricane" della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle: il sergente Modica, insieme al sottocapo Ciancimino, hanno accompagnato a largo di Porto Empedocle Calogero Lentini e Agostino Burgio, volontari del Cts di Cattolica Eraclea, e Gabriella Perrone, responsabile della Ripartizione faunistico venatoria ed ambientale di Agrigento, accompagnata da Diego valenti, dipendente dello stesso ufficio. Sono stati loro a rimettere in libertà la tartaruga "Caretta caretta". 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento