rotate-mobile
L'udienza preliminare

"Corsi di studio ed esami fantasma in una scuola paritaria": 17 fra docenti e allievi chiedono di patteggiare

Al centro dell'inchiesta, durante la quale sono state disposte intercettazioni e videoriprese in incognito, l'istituto Athena: i 30 imputati avrebbero falsificato registri e verbali

Diciassette dei trenta imputati hanno chiesto di patteggiare una condanna, fra dodici e quindici mesi di reclusione, ed evitare quindi un vero e proprio processo. 

Gli altri tredici non hanno chiesto riti alternativi ma almeno un paio di loro si riservano di adottare la stessa strategia processuale. Subito uno scossone all'udienza preliminare scaturita dall'inchiesta che ipotizza un giro di esami e corsi di studio che non sarebbero mai stati sostenuti.

Il procuratore Giovanni Di Leo e il pubblico ministero Gloria Andreoli, hanno chiesto il processo per il preside dell'istituto paritario Athena, Angelo Sciandra, personaggio principale dell'inchiesta, e altri 29 fra docenti e alunni che avrebbero concorso nella falsificazione dei registri delle presenze e dei verbali degli esami che, sostiene l'accusa, non si sarebbero mai svolti.

Ecco l'elenco degli imputati: Angelo Sciandra, 79 anni; Gerlando Cacciatore, 64 anni; Danila Di Carlo, 47 anni; Giovanna Sciandra, 43 anni; Anna Costa, 45 anni; Erica Tortorici, 46 anni; Lucia La Piana, 32 anni; Ugo Adamo, 56 anni; Daniela Alaimo, 38 anni; Rosetta Albanese, 33 anni; Valeria Borsellino, 44 anni; Giuseppe Burgio, 24 anni; Dino Castronovo, 53 anni; Samuele Castronovo, 46 anni; Lucia Chiazzese, 47 anni; Giovanni Civiltà, 48 anni; Katja Costanza, 48 anni; Giada D'Angelo, 46 anni; Giovanni Di Liberto, 54 anni; Carmela Fragapane, 47 anni; Giuseppe Gentile, 40 anni; Vincenzo Martino Gozzi, 61 anni; Giuseppe Greco, 35 anni; Roberta Librici, 34 anni; Maria Marotta, 28 anni; Alessandro Puglia, 45 anni; Anna Sanfilippo, 36 anni; Rossana Taibi, 40 anni; Ignazio Valenti, 38 anni e Salvatore Fregapane, 33 anni.

Corsi ed esami "fantasma": chiesti trenta rinvii a giudizio

Angelo Sciandra, Costa, Tortorici, Cacciatore, Fregapane, Di Carlo, Giovanna Sciandra, La Piana e Chiazzese, componenti della commissione esaminatrice per l'ammissione al quinto anno dell'istituto, insieme ad alcuni studenti (Burgio, Di Liberto, Marotta, Gentile, Adamo, Gozzi, Albanese, Dino e Samuele Castronovo), avrebbero falsificato, nell'agosto del 2017, il verbale di svolgimento in quella data dell'esame di ammissione, che secondo i pm non si sarebbe mai svolto, e - in alcuni casi - sarebbero stati attestati falsamente i requisiti di ammissione.

Taibi, Di Carlo, Giovanna Sciandra, Costa, D'Angelo, Borsellino, Fragapane, Greco, Costanza, Valenti, Librici, Puglia, Civiltà, Sanfilippo, La Piana e Alaimo, "su indicazione di Angelo Sciandra, preside dell'istituto", è l'atto di accusa dei pm, avrebbero attestato falsamente la presenza di docenti e alunni nei registri di classe. Le accuse sono relative, anche in questo caso, al 2017.

Angelo Sciandra e la figlia Giovanna nonchè La Piana, Di Caro e Costa hanno chiesto il patteggiamento di una pena di un anno e tre mesi di reclusione. Borsellino, Chiazzese, Librici, Albanese, Fragapane, Puglia, Alaimo, Cacciatore, Marotta, Gozzi, Tortorici e Castronovo, invece, hanno proposto l'applicazione della pena di un anno. In tutti i casi l'accordo con la procura, che sarà adesso sottoposto al vaglio del gup Giuseppe Miceli, prevede la sospensione condizionale. 

L'inchiesta sui presunti brogli all'istituto "Athena": in 30 dal gup

L'udienza preliminare, prosegue il 13 maggio. I legali degli altri imputati (nel collegio difensivo gli avvocati Davide Casà, Daniela Posante, Giorgia Parisi, Antonino Gaziano, Arnaldo Faro, Pietro Maragliano e Francesco Iacono) potranno ancora chiedere un rito alternativo come l'abbreviato o il patteggiamento.

Durante le indagini, svolte dalla digos, sono stati intercettati i telefoni delle persone sospettate e sono state piazzate delle microcamere in incognito che hanno ripreso quanto avveniva nei locali della scuola. 

Fra gli imputati anche l'attuale presidente del consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà, nella qualità di insegnante. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Corsi di studio ed esami fantasma in una scuola paritaria": 17 fra docenti e allievi chiedono di patteggiare

AgrigentoNotizie è in caricamento