menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camastra, vittime di una rapina scrivono ai carabinieri: "Grazie per il vostro lavoro"

Una lettera in cui i titolari di una gioielleria presa di mira da tre rapinatori, ringraziano i militari dell'Arma per il loro lavoro e per il loro affetto familiare

"Grazie per l'esemplare celerità e l'alta professionalità dimostrata nel gestire l'intera vicenda. Grazie per il calore umano, il supporto morale e la sensibilità che tutti i carabinieri intervenuti hanno mostrato verso di noi. E' stata una vicinanza che ci piace ricordare come familiare". Sono le parole di Angela Spina e Luca Costa, titolari della "Gioielleria Spina" di Camastra, dove lo scorso 30 maggio tre rapinatori armati hanno portato via 100mila euro in gioielli. Ma il tempestivo intervento dei carabinieri delle Compagnie di Canicattì e Licata ha fatto sì che i ladri venissero arrestati e la refurtiva recuperata.

Così, a poco più di un mese dal fatto, i due gioiellieri hanno scritto una lettera al Comando provinciale dei carabinieri di Agrigento per ringraziare i militari. "Desideriamo ringraziare il Comando provinciale dei carabinieri,  - si legge nella lettera - in particolare la Caserma di Camastra, di Naro, di Canicattì e di Licata, per il loro tempestivo e coordinato intervento a seguito della rapina a mano armata subita nella nostra gioielleria. Un particolare grazie di cuore va all'intera Caserma dei carabinieri di Camastra, che con la loro costante presenza negli anni sono stati e sono per noi un vero punto di riferimento" concludono Angela Spina e Luca Costa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento