menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ilaria Borletti Buitoni, presidente nazionale del Fai

Ilaria Borletti Buitoni, presidente nazionale del Fai

Agrigento, il presidente del Fai a Zambuto: "Preoccupati per la nomina in Giunta di Mallia"

Il presidente del Fondo ambiente italiano, Ilaria Borletti Buitoni, ha scritto una lettera al sindaco di Agrigento in seguito alla nomina ad assessore di Michele Mallia, "leader del movimento degli abusivi della Valle dei Templi"

Arriva da Milano la lettera che il presidente del Fondo ambiente italiano, Ilaria Borletti Buitoni, ha fatto recapitare al sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, dopo aver appreso della designazione come assessore Michele Mallia, "leader del movimento degli abusivi della Valle dei Templi".

 
Il Fai, che da anni tutela il Giardino della Kolymbetra, chiede che si continui a difendere questo inestimabile patrimonio, riconosciuto anche dall'Unesco, perché "è indispensabile continuare a difendere un patrimonio inestimabile segnalato anche dall'Unesco e promuovere lo sviluppo sostenibile dell'area".
 
"Abbiamo appreso da notizie di stampa - afferma Borletti Buitoni - che nella sua Giunta comunale sarebbe stato designato assessore una persona che viene definita 'leader del movimento degli abusivi della Valle dei Templi di Agrigento'. Inutile dirle quanto questa notizia ci abbia lasciato perplessi e preoccupati. Per questo ci auguriamo che, proprio per non lasciare linfa ai dubbi e alle critiche, lei voglia mettere tra le sue priorità politiche e amministrative la lotta contro gli interessi illegittimi di chi in passato ha lucrato dolosamente nella Valle dei Templi, intaccandone l'integrità e generando una dura reazione da parte dell'opinione pubblica nazionale ed internazionale che ha relegato la sua città a luogo dello scempio edilizio e del disastro urbanistico".
 
"Come è noto - prosegue Ilaria Borletti Buitoni - il Fai da oltre 12 anni porta avanti un progetto che ha avuto, tra le altre cose, il significato di dimostrare che quando anche in una realtà così compromessa si volta pagina e si decide di costruire un'ipotesi di sviluppo del territorio che fa perno sulla tutela dei beni culturali e ambientali (e quale bene è la Valle dei Templi!), se ne ottiene il giusto riconoscimento e si sovverte l'immagine negativa che prima vi gravava pesantemente".
 
Ilaria Borletti Buitoni evidenzia l'aiuto ed il servizio che il Fai ha apportato per rivalorizzare "il giardino della Kolymbetra" e conclude con l'augurio e la disponibilità "a collaborare con l'Amministrazione" di cui Zambuto è a capo: "Noi ci onoriamo di avere fatto rinascere la bellezza di un angolo di paradiso che il tempo e l'incuria degli uomini avevano gravemente offeso e con questo di avere fatto parlare bene di Agrigento, contribuendo a ribaltarne l'immagine terribile di città degli abusivismi. Il nostro compito a servizio di Agrigento e della sua Valle continua ancora e contiamo di intensificarlo avviando altre collaborazioni con l'Ente Parco. Il nostro augurio è che lei, nella sua azione di Governo, voglia riconoscere assoluta priorità alle azioni di tutela della Valle dei Templi per dimostrare al mondo intero che Agrigento vuole essere la città che conserva con la massima cura e attenzione questo inestimabile patrimonio, riconosciuto anche dall'Unesco. Il Fai sarà certamente felice di collaborare con la sua Amministrazione con l'obiettivo di dare il proprio fattivo contributo allo sviluppo ecosostenibile del suo territorio, unico fattore che può garantire futuro e dignità alla sua Agrigento".
 
(rgf)
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento