Legambiente su Scala dei Turchi: "E' demaniale, si finisca di cercare un accordo con il privato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Apprendiamo basiti che sabato il Consiglio Comunale di Realmonte si riunirà per decidere sull’ipotesi di una convenzione con il privato che, sostiene, di essere il proprietario della Scala dei Turchi. Una eventualità come questa sarebbe davvero uno scandalo. Lo ripetiamo, la Scala dei Turchi è demanio regionale e per fare chiarezza abbiamo già chiesto all’Assessorato al Territorio di convocare l’apposita Commissione regionale per verificare le delimitazione del demanio marittimo nella zona. Nelle frattempo, pendente il procedimento giudiziario aperto al Tribunale di Agrigento, abbiamo diffidato il Comune di Realmonte a promuovere qualsiasi proposta trattativa che preveda un riconoscimento di qualunque diritto reale o economico al privato, anche alla luce del fatto che in quel giudizio è assente la Regione Siciliana, alla quale abbiamo chiesto di costituirsi già alla prossima udienza del 17 giugno, che comunque vedrà la presenza di Legambiente”.

Lo dichiara Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento