Emergenza sbarchi, la Lega: "Dov'è il governo dei buonisti?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Avevamo segnalato da tempo ed ancora ad oggi attendiamo un incontro con il prefetto di Agrigento. Urlato e manifestato contro i porti aperti ed un rischio di contagio elevato con le relative conseguenze.

Dov’è il governo dei buonisti e dell’accoglienza, nessuno ha preso nella seria considerazione l’allarme lanciato e le conseguenze sono arrivate: 28 contagiati sulla Moby Zazà, dove non tutti i migranti accettano di restare in quarantena e si gettano in mare oppure si fanno accompagnare in terra ferma per poi fuggire nelle campagne della provincia agrigentina.

Inoltre questa mattina una piccola imbarcazione con 11 tunisini è stata localizzata dalla Guardia di Finanza nelle vicinanze delle coste del comune di Siculiana.

La domanda nasce spontanea, a cosa è servito impedire ai nostri conterranei di tornare in Sicilia nei mesi scorsi? A cosa è servita la lunga quarantena che abbiamo fatto nelle nostre case?

Siamo di nuovo ad alti rischi di contagio e così facendo si ritornerà presto delle nuove limitazioni, inoltre quella che il viceministro Cancelleri ha scambiato per una nave turistica, ora è diventata un ospedale Covid. Solo che non vi sono solo i 28 contagiati ma anche altre 222 persone ospitate più tutto l’equipaggio.

Che ne sarà del turismo in Sicilia? Terra meravigliosa laddove storia, arte e cultura la facevano da padrona, e oggi grazie ad una politica inadeguata è diventata terra dei centri di accoglienza e Covid free.

Il governo italiano dimostra giorno dopo giorno di essere irresponsabile ed incapace di gestire l’emergenza.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento