Quattro ragazzi su dieci non lavorano né studiano: è emergenza "neet"

Alti i dati anche per quanto riguardano l'abbandono scolastico: in tanti lasciano la scuola già alla terza media

(foto ARCHIVIO)

Quasi 4 ragazzi su 10 di quelli che vivono in provincia di Agrigento, sono dei cosiddetti "neet", cioè non lavorano e non sono inseriti in un progetto di formazione, il 16 per cento ha lasciato la scuola con la sola licenza media.

Sono dati allarmanti quelli realizzati dal centro studi Openpolis per la realtà agrigentina, che misurano appunto la percentuale di giovani tra 15-24 che ha lasciato gli studi con la sola licenza di terza media e quelli nella fascia 15-29 che non lavorano e non studiano.

Sebbene non sia il peggior dato nazionale o regionale (peggio è messa Caltanissetta) i numeri soprattutto dei centri di minori dimensioni sono drammatici. Mentre nel capoluogo il tasso di abbandono è del 15,2% e i neet sono il 15,9, a Lampedusa e Linosa questo tasso sale al 44,1% e al 25,7%, mentre a Palma di Montechiaro il dato registrato è di 33,4% di abbandono scolastico alla terza media e del 33,4% di giovani "neet".

Alti i numeri registrati anche a Sant'Angelo Muxaro (28.7%-21,8%), a Villafranca Sicula (28,6%-27%) o a Ravanusa (28,1%-28.3%). Oltre il 20% si collocano anche Campobello di Licata (23,7%-22,5%) e Canicattì (24,9%-23,4%) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento