Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Officina abusiva, lavoratore in nero, rifiuti pericolosi e ferraglia: 7 denunce e 24 mila euro di multe

Sequestrate anche quattro discariche e circa 2 tonnellate di materiale di illecita provenienza: trovati pezzi di veicoli con telaio alterato

Uno dei controlli ambientali realizzati dai carabinieri

Un garage adibito abusivamente ad officina meccanica, un lavoratore in nero sorpreso in un negozio di autoricambi, rifiuti pericolosi abbandonati sul letto del corso d'acqua di contrada Inficherna, a Porto Empedocle e discariche: un bel po' di immondezzai abusivi. Controlli ambientali a tappeto - nelle ultime ore - ad opera dei carabinieri del comando provinciale che  ha schierato oltre 100 militari, supportati dai reparti speciali del nucleo carabinieri Ispettorato lavoro e dal centro Anticrimine natura dell'Arma.

Venti le ispezioni messe a segno. Verifiche che hanno permesso, appunto, di sequestrare quattro discariche abusive e circa 2 tonnellate di materiale ferroso di illecita provenienza e di denunciare alla Procura sette persone.

VIDEO. Scoperta officina abusiva con lavoratore in nero

Trovati mezzi sospetti   

In un'area privata di Ravanusa, i carabinieri hanno trovato una discarica di materiale ferroso. Ma in mezzo alle tante cianfrusaglie sono saltati fuori un autocarro e parti di veicoli con telaio alterato, "allo scopo - secondo i carabinieri - impedirne l'identificazione". Due le persone - B. G., 48enne e A. L.,75enne - che sono state denunciate, alla Procura, per le ipotesi di reato di ricettazione e violazione di norme in materia ambientale.

Scovata una autofficina abusiva

Durante la raffica di controlli ambientali, a Palma di Montechiaro, i carabinieri hanno sequestrato un garage adibito abusivamente ad autofficina meccanica. Garage che è risultato - stando alle ricostruzioni del comando provinciale dei carabinieri - privo delle necessarie autorizzazioni. Denunciato alla Procura V. R., di 40 anni ed elevate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 5.000 euro circa.

Lavoratore in nero

- In un negozio di autoricambi, a Campobello di Licata, i carabinieri - hanno ufficializzato con la nota stampa - hanno accertato la presenza di un lavoratore in nero. Al datore di lavoro è stata contestata una multa di 3.750 euro. 

Rifiuti pericolosi  

Tre le discariche abusive scovate e sequestrate, dai carabinieri, a Porto Empedocle. Una - composta da rifiuti pericolosi - è risultata essere di 50 metri quadrati ed è, in contrada Inficherna, sul letto di un corso d’acqua naturale. Poi un'altra di circa 10 metri quadrati in area urbana ed un'altra ancora di 100 metri quadrati circa in un’area rurale. A Canicattì, invece, nel corso di un’ispezione in un’autocarrozzeria, i carabinieri hanno denunciato C. F. di 70 anni. I militari hanno appurato che avrebbe "fatto depositare, in modo incontrollato, rifiuti pericolosi di varia natura senza detenere i prescritti registri e omettendo di inoltrare la prevista documentazione al Comune. Esercitando un’attività diversa da quella registrata alla Camera di commercio". Le multe elevate, in questo caso, arrivano a complessive 16.000 euro.

Trasportavano ferraglia 

A Favara, i militari dell'Arma hanno denunciato G. D., 23enne; G. G., 24enne e G. G., 50enne. Sarebbero stati "pizzicati" per strada mentre trasportavano materiale ferroso - del peso di alcuni quintali - senza le indispensabili autorizzazioni. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Officina abusiva, lavoratore in nero, rifiuti pericolosi e ferraglia: 7 denunce e 24 mila euro di multe

AgrigentoNotizie è in caricamento