Domenica, 21 Luglio 2024
Viabilità

Ancora code sulla “Strada degli scrittori” al bivio Mosella: il senso alternato esaspera automobilisti e camionisti

Non sono stati ancora ultimati i lavori ai viadotti Ipsas che, seppure limitati a poche decine di metri di percorso, paralizzano il traffico soprattutto nelle ore di punta

Dopo i disagi delle scorse settimane con i lavori al viadotto Ipsas III, adesso tocca alla porzione chiamata Ipsas II: il percorso è più breve ma i disagi sono purtroppo gli stessi, con l’aggravante che questa volta il cantiere è adiacente al “famigerato” bivio Mosella dove non è mai esistito un impianto semaforico e l’anarchia tra gli automobilisti in transito regna sovrana. Ancora code, dunque, soprattutto nelle ore di punta, in questa porzione nevralgica della statale 640 denominata “Strada degli scrittori”, poco distante dal tempio di Giunone. 

Lavori in corso sulla statale 640: al via la manutenzione dei viadotti Ipsas II e III

In entrambe le direzioni, sia verso Agrigento che Caltanissetta, ci sono momenti in cui si verificano lunghi incolonnamenti nonostante siano stati installati semafori mobili per regolare il traffico alternato. Il lasso di tempo che intercorre tra il rosso e il verde è stato intelligentemente ridotto, ma purtroppo questa operazione non ha risolto più di tanto il problema relativo ai frequenti intasamenti della circolazione veicolare.

Code sulla “Strada degli scrittori”, i lavori al viadotto Ipsas III mandano il traffico in tilt: automobilisti inferociti

Automobilisti e camionisti sempre più esasperati e sottoposti al rischio di tamponamenti poiché, soprattutto a scendere in direzione tempio di Giunone, la caratteristiche del percorso, nonostante la presenza di apposita segnaletica che indica la presenza del cantiere, costringono a bruschi rallentamenti. E quasi sempre l’ultimo della coda deve accendere le “quattro frecce” per evitare che chi segue possa arrivare a forte velocità provocando un impatto.

Lavori al viadotto Ipsas II vicino al bivio Mosella: ancora incollonnamenti e disagi

Non è inoltre raro assistere a sorpassi repentini tra veicoli in fila, quando la snervante attesa costringe chi è alla guida a sbrigarsi superando i veicoli che procedono troppo lentamente. Per non parlare di chi, per ammazzare il tempo, dà la classica sbirciata al cellulare senza accorgersi che è scattato il verde. E in quel caso è un tripudio di clacson che suonano e di manovre azzardate per arrivare al “traguardo” prima che scatti di nuovo il rosso, con pericoli facilmente immaginabili. 

In tantissimi, inoltre, osservando il cantiere, auspicano che i lavori possano avere una naturale prosecuzione anche nella strada della Mosella che, ormai da anni e nonostante sia sempre più utilizzata in alternativa al viale Leonardo Sciascia, è ridotta un colabrodo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora code sulla “Strada degli scrittori” al bivio Mosella: il senso alternato esaspera automobilisti e camionisti
AgrigentoNotizie è in caricamento