menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Raffadali, piazza Europa

Raffadali, piazza Europa

Raffadali, via ai lavori in piazza Europa: consegna forse già a gennaio

Il progetto prevede un leggero abbassamento del livello della piazza, da 20 a 40 centimetri, per meglio evidenziare l'imponenza della chiesa. E soprattutto per riportare al livello originario la piazza e mettere in rilievo il costone che sovrasta il bastione con la sua originaria inferriata in stile impero

Sono iniziati, stamani, i lavori di rifacimento e consolidamento di piazzetta Europa, che rappresenta il sagrato naturale della chiesa Madre di Raffadali. Ad eseguire i lavori sarà l’impresa CO.GE.M. S.a.s. di Palmiro La Greca, con sede a San Giovanni che si è aggiudicata l’appalto. Il progetto in questione, che aveva ottenuto uno stanziamento regionale, di circa 500 mila euro, nel 2010, riguarda il completo rifacimento di piazzetta Europa. Era stato redatto dall’ufficio tecnico comunale, e proposto per il finanziamento già nel 2007. Ma, allora, il progetto venne momentaneamente messo “in attesa” e finanziato solo con la finanziaria regionale del 2010. Altri problemi di natura burocratica, avevano portato poi alla revoca del finanziamento e sembrava che tutto fosse andato perduto. Fino al marzo scorso, quando il sindaco uscente Silvio Cuffaro, riuscì a far sbloccare l’erogazione e dare così il via libera alla realizzazione dell’opera. 

Il progetto prevede un leggero abbassamento del livello della piazza, da 20 a 40 centimetri, per meglio evidenziare l’imponenza della chiesa. E soprattutto per riportare al livello originario la piazza e mettere in rilievo il costone che sovrasta il bastione con la sua originaria inferriata in stile impero. Il progetto, come ci ha illustrato il Rup, l’ingegnere Luigi Rampello, prevede inoltre lo spostamento più a sud del monumento ai caduti di guerra, per dare molto più “respiro” alla piazza stessa, e creare uno spazio da poter utilizzare per eventi religiosi o di altra natura. 

Saranno installate nuove panchine ed è prevista inoltre la posa di un nuovo piano di calpestio, in marmo di Carrara. I lavori, iniziati appunto oggi, dovrebbero, per contratto, essere ultimati entro sei mesi. Ma, come ci ha confidato il titolare dell’impresa, è più probabile che i lavori siano già completati entro il mese di gennaio prossimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento