menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fiume Salso

Il fiume Salso

Bomba d'acqua sulla provincia, La Mendola: "I fiumi hanno retto grazie alle manutenzioni"

Il Genio civile, su incarico della Regione, ha effettuato una serie di interventi nei mesi scorsi che, dice, hanno limitato i danni

Dopo la "bomba d'acqua" che ha colpito la nostra provincia è tempo di consuntivi.

Nonostante la gran mole d'acqua che si è riversata sulla provincia, complessivamente, hanno tenuto bene i fiumi che sono stati in larga parte oggetto di operazioni di manufenzione. 

“In occasione delle ultime piogge torrenziali - spiega il dirigente capo del Genio Civile Rino La Mendola -, abbiamo  rilevato una buona risposta del reticolo idrografico agrigentino, soprattutto in corrispondenza dei corsi d’acqua, che sono stati oggetto di recenti lavori di pulizia dell’alveo, eseguiti dal  nostro Ufficio. In particolare, ha tenuto bene il fiume Salso, così come anche il fiume Akragas, che l’anno scorso era stato oggetto di una pericolosa esondazione che aveva coinvolto una parte del centro abitato di Villaggio Peruzzo, con notevoli rischi per la pubblica incolumità. Hanno retto bene anche  i corsi d’acqua oggetto di recenti lavori, eseguiti dal Genio Civile, come i torrenti Mandrarossa (Menfi), Cantarella (Comitini), Sparacia (Cammarata), Ciavolaro, Cangemi e Caltabellotta (Ribera), San Marco (Sciacca) ed i corsi d’acqua  in cui i lavori di regimentazione idraulica sono ancora in corso, come i torrenti Mollarella (Licata), Cavarretto (Menfi) e  Palma (Palma di Montechiaro)".

Rispetto invece ai fatti registratisi a Licata, questi, secondo il Genio, non sarebbero da attribuire all’esondazione dei corsi d’acqua "ma al fatto che parte della città è stata realizzata a quote troppo basse rispetto al livello del mare, a cui si aggiunge anche  una evidente insufficienza del sistema di smaltimento delle acque bianche. Ciò determina una particolare attenzione del Governo regionale nei confronti del territorio di Licata, che si concretizza con un numero notevole di interventi a tutela della pubblica incolumità".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento