Messa in sicurezza e riqualificazione degli ipogei cittadini, via alla "Fase 3"

Il Comune di Agrigento cerca tecnici per effettuare i rilievi topografici in oltre un chilometro di gallerie sotto la città

(foto ARCHIVIO)

Ipogei, via alla verifica tecnica delle condizioni e dello sviluppo sotterraneo dei due più grandi e conosciuti tra quelli presenti sotto il centro città. Ad alcuni mesi dai tavoli tecnici avviati dal Genio Civile sul tema, ma con non poco ritardo sulla tabella di marcia inizialmente fissata, adesso il Comune di Agrigento ha pubblicato un avviso per individuare dei tecnici che si facciano carico di "effettuare un preciso e puntuale rilievo degli ambienti ipogei delle cavità già note, al fine di potere verificare lo sviluppo planimetrico delle gallerie il
loro rapporto con il tessuto urbano presente in superficie".

In particolare dovrà essere realizzato un rilievo topografico sotterraneo con l'uso di strumentazione laser scanner 3d, con tanto di planimetrie in scala e indicazioni precise delle quote di ogni singolo livello. Inoltre i rilievi dovranno essere georiferiti e messi a confronto con le planimetrie del territorio sovrastante, al fine di individuare con precisione se sopra ad un ipogeo si trovi una strada, una piazza, un edificio. 

Recupero degli ipogei cittadini, il Genio civile: "Alcuni potrebbero essere aperti entro il 2020"

Essenziale, inoltre, è che si provveda alla mappatura delle aree che presentano "evidenti segni ammaloramento, in modo da potere focalizzare le maggiori criticità nell’ambito del patrimonio sotterraneo rilevato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due gli ipogei al momento oggetto di studio, cioè quelli di Acquamara e Purgatorio. Per il recupero a fini turistici il Comune ha a disposizione circa 2 milioni di euro. Le gallerie sono lunghe complessivamente oltre un chilometro e duecento metri. Il cronoprogramma originario prevedeva la georeferenziazione entro giugno scorso e la realizzazione dei primi progetti entro ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento