menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori igienico-sanitari a San Leone, Comune dovrà sborsare 419.694 euro

Il Consiglio ha riconosciuto, dopo la sentenza di condanna del tribunale, la legittimità del debito fuori bilancio

E' un macigno. Un debito fuori bilancio, la cui legittimità è stata riconosciuta negli scorsi giorni dal consiglio comunale, da ben 419.694 euro. A condannare il Comune di Agrigento è stato il tribunale. Era l'inizio di maggio del 2001 quando venivano consegnati all'impresa "Tecnis" - capogruppo dell'Ati i lavori per le opere igienico-sanitarie della frazione di San Leone. Nell'ottobre del 2004, la "Tecnis" ha citato l'ente davanti al tribunale di Agrigento per il pagamento di 213.386 euro a titolo di lavori eseguiti ma non contabilizzati e 2.211.394 euro a titolo di risarcimento del danno per ritardi e sospensioni imputabili al committente dell'appalto. Il Comune si è costituito in giudizio ed ha contestato le pretese della parte attrice. 

Il tribunale di Agrigento ha dichiarato risolto il contratto ed ha condannato l'ente a pagare la somma di 397.349 euro, oltre agli interessi e alle spese di lite. La somma complessiva che il Municipio deve erogare è di 419.694 euro. L'ammontare della sentenza divenuta ormai definitiva è stato, dunque, riconosciuto quale debito fuori bilancio dal consiglio comunale. Si tratta di una spesa che - secondo quanto emerge dall'atto di riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio - trova copertura finanziaria.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento