rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Lavoratori del Comune in stato di agitazione: “Mancano dirigenti, funzionari e personale in ambiti fondamentali”

L'allarme dei sindacati Cisl e Cgil: "Attivare una discussione immediata sul Fondo delle risorse del salario accessorio, fermo agli anni 2019 e 2020, e sulla mancata costituzione di quello del 2021" 

Un quadro poco rassicurante, al Comune di Agrigento, secondo i sindacati Cisl e Cgil: all’ente mancano dirigenti, funzionari e personale in ambiti fondamentali dove si programma il futuro della città: urbanistica e lavori pubblici.

Secondo i sindacati “alcuni settori - si legge in una nota - non sono in grado di prestare l’ ordinaria attività istituzionale e la dichiarazione dello stato di agitazione dei lavoratori del Comune ha avviato la procedura finalizzata a ristabilire le fondamentali ed ordinarie regole di relazioni sindacali”. 

A lanciare l’allarme sono il segretario generale CISL Salvatore Parello e il segretario generale FP CGIL Vincenzo Iacono.                                     

“Il Prefetto Cocciufa - dicono - nella giornata del 15 ottobre ha chiesto al sindaco di Agrigento di dare conto su tutte le questioni aperte con la dichiarazione del 13 scorso. In primo luogo, la richiesta di un tavolo stabile di contrattazione con la delegazione di parte Pubblica per una discussione immediata sul Fondo delle risorse del salario accessorio, fermo agli anni 2019 e 2020 e la mancata costituzione di quello del 2021. 

Non è pensabile che si proceda nella confusione e nell’assenza del momento che dura oramai da anni. Bisogna pur pensare ad una delegazione trattante di parte pubblica efficiente e solerte cogliendo la novità del quadro politico mutato da quasi un anno, anche  utilizzando la professionalità e la competenza del nuovo segretario generale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori del Comune in stato di agitazione: “Mancano dirigenti, funzionari e personale in ambiti fondamentali”

AgrigentoNotizie è in caricamento