rotate-mobile
I controlli / Licata

Scoperto lavoratore "in nero" in un autolavaggio: denunciato imprenditore

Al titolare sono state elevate sanzioni ed ammende per circa 50mila euro ed inoltre è stata disposta la temporanea sospensione dell'attività

Già a Raffadali, nell'estate del 2021, erano state sorprese due donne - madre e figlia - che lavoravano "in nero" all'interno di un autolavaggio. Adesso, negli ultimi giorni, stessa scoperta è stata fatta a Licata dove il titolare dell'autolavaggio è stato denunciato e gli sono state elevate sanzioni ed ammende per quasi 50mila euro. A procedere sono stati i carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro che non controllano, naturalmente, soltanto i cantieri edili. Ma appunto tutte le varie attività imprenditoriali presenti in provincia. 

La denuncia, alla Procura, è stata formalizzata a carico del licatese a cui sono state contestate anche l'omessa sorveglianza sanitaria e redazione del documento di valutazione dei rischi, nonché la mancata formazione e informazione dei lavoratori. La scoperta del lavoratore "in nero" ha portato anche la sospensione temporanea dell'attività. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto lavoratore "in nero" in un autolavaggio: denunciato imprenditore

AgrigentoNotizie è in caricamento