rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Licata

"Lavapiatti licatese morì folgorato", sono tre i condannati

La sentenza del giudice monocratico è stata emessa per i due datori di lavoro e l'elettricista che erano stati indagati omicidio colposo

Lavapiatti morto folgorato il giorno prima del suo venticinquesimo compleanno mentre puliva e svuotava un frigorifero del ristorante: i due datori di lavoro e l’elettricista sono stati condannati per l’accusa di omicidio colposo. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico Gianfranca Claudia Infantino.

Due anni di reclusione sono stati inflitti ai fratelli Angelo e Salvatore Cardella, 53 e 52 anni, titolari di un ristorante di Licata, dove la vittima lavorava. Un anno di reclusione, invece, è stato inflitto a Giuseppe Vedda, 57 anni, elettricista ingaggiato dai ristoratori per riparare l’impianto elettrico il cui intervento, invece, avrebbe provocato la morte per folgoramento di Gaetano Albo che toccò un tubo che gli scaricò addosso la corrente elettrica.

Il giudice ha stabilito che gli imputati dovranno risarcire i genitori e i fratelli dello sfortunato lavoratore, costituiti parte civile con l’assistenza dell’avvocato Calogero Meli, stabilendo anche una provvisionale (anticipo, subito esecutivo) di 20 mila euro per i genitori e 10 mila per i fratelli. La tragedia è avvenuta il 3 luglio del 2009.

Albo, che proprio il giorno successivo avrebbe compiuto venticinque anni, assunto con le mansioni di lavapiatti, stava svuotando e pulendo un frigorifero collegato con la corrente elettrica. Il contatore era alzato e venne a contatto, secondo quanto hanno accertato l’inchiesta e il processo, con un tubo del gas “sotto tensione” a causa del malfunzionamento dell’impianto elettrico. Albo è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale San Giacomo d’Altopasso dove i medici non hanno potuto neppure fare un tentativo di salvarlo perché è arrivato cadavere. Sul posto sono intervenuti subito i carabinieri e l’ispettorato del lavoro che hanno avviato le indagini con il coordinamento della Procura della Repubblica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lavapiatti licatese morì folgorato", sono tre i condannati

AgrigentoNotizie è in caricamento