menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno sbarco di immigrati (foto archivio)

Uno sbarco di immigrati (foto archivio)

Giunti 274 migranti a Lampedusa, naufraga barcone: già recuperati 8 cadaveri

Nel primo gruppo di arrivati, anche due cadaveri. Tre persone sono state portate, visto che erano in gravi condizioni, al Poliambulatorio: uno è morto e due sono stati trasferiti a Palermo

Ieri sera, il centro d'accoglienza di contrada Imbriacola - a Lampedusa - era vuoto. L'ultimo gruppo di migranti, composto da minori, era stato imbarcato in mattinata sul traghetto di linea ed era giunto, in serata, a Porto Empedocle. Adesso, nella struttura, ci sono già 269 persone. Sono tre gli sbarchi che - a partire dalle due di stanotte - si sono registrati sulla più grande delle isole Pelagie. 

Un'isola - da sempre "prima frontiera" - che vive con apprensione, seppur a distanza di centinaia e centinaia di miglia, la notizia di ciò che è succeso a circa 30 miglia a Nord delle coste libiche. Un barcone carico di migranti è naufragato. Fino ad ora sono stati già recuperati otto cadaveri e quattro superstiti. Sopravvissuti che hanno riferito che a bordo del barcone c'erano complessivamente 107 persone. Si teme, pertanto, una strage. L'ennesima.

Le operazione di soccorso sono coordinate dalla centrale operativa della Guardia costiera di Roma. Nella zona del disastro, dove le condizioni del mare sono pessime, sono state dirottate diverse unità della Marina impegnate nel dispositivo Frontex, compresi un aereo, un elicottero ed alcuni mercantili. 

LEGGI ANCHE: Due cadaveri fra i 167 sbarcati, un uomo muore prima di arrivare al Poliambulatorio 

A Lampedusa, per il momento, gli sbarchi sono stati tre. Cpmplessivamente sono approdate 274 migranti. Nel primo gruppo, giunto alle due circa della notte, c'erano anche i cadaveri di due uomini. Tre persone erano in gravi condizioni e sono state subito trasferite verso il Poliambulatorio. Una donna, incinta, in grave stato di ipotermia, dal Poliambulatorio, ed è stata subito trasferita, con elisoccorso, in un ospedale di Palermo. Lo stesso "copione" è stato seguito per un uomo. Un uomo, invece, durante il tragitto dal porto verso il Poliambulatorio è spirato.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento