menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno degli specchi segnaletici mandati in frantumi

Uno degli specchi segnaletici mandati in frantumi

Raffica di raid vandalici a Lampedusa, Martello: "Aumentare i controlli"

Il sindaco: "Sono stati infranti 13 specchi segnaletici per la sicurezza stradale e sono stati abbandonati lungo le strade rifiuti ingombranti. Poi è stata forzata la porta di accesso alla scuola media, dalla quale sono stati sottratti alcuni oggetti"

“Negli ultimi giorni a Lampedusa si sono verificati una serie di preoccupanti raid vandalici. Non so se siamo di fronte all’azione di qualche balordo o se invece si tratti di qualcosa di più serio: di certo sono episodi ignobili e gravi, i responsabili non solo non hanno alcun senso civico, sono veri e propri delinquenti”. Lo ha detto Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, che ha lanciato un accorato appello: "Intervengano le forze dell’ordine, ma serve anche la collaborazione dei cittadini per individuare i responsabili". 

“Nei giorni scorsi – ha spiegato Martello – sull’isola sono stati infranti ben 13 specchi segnaletici per la sicurezza stradale e sono stati abbandonati lungo le strade dell’isola numerosi rifiuti ingombranti: vecchi elettrodomestici, mobili degradati, materassi. Poi è stata forzata la porta di accesso alla scuola media, dalla quale sono stati sottratti alcuni oggetti. Quindi, nelle notti del fine settimana, è stato dato fuoco ad alcuni cassonetti ed è stato rovesciato un contenitore di olii esausti. Ho segnalato l’accaduto al prefetto di Agrigento – aggiunge Martello – chiedendo un intervento delle forze dell’ordine presenti sull’isola, sia per rafforzare il controllo che per avviare un’indagine su questi episodi. Ma serve - ecco l'appello del sindaco delle Pelagie - anche la collaborazione dei concittadini, li invito a denunciare ogni elemento utile ad individuare i responsabili: la nostra è una comunità di persone perbene, è inaccettabile che pochi delinquenti possano sporcare l’immagine di Lampedusa e dei lampedusani”.

Per nessuno dei casi resi noti dal sindaco, sui social, risulta essere stata formalizzata denuncia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento