rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Controlli / Lampedusa e Linosa

Pesce non tracciato, irregolarità sanitarie e documentali: denunciati ristoratori e baristi

Quattro le persone che sono state deferite, alla Procura, dai carabinieri del Nas di Palermo

Ancora sequestri di alimenti - 38 chili di prodotti ittici, per la precisione, - non tracciabili, ma anche la denuncia di 4 ristoratori e baristi. I carabinieri del Nas di Palermo hanno continuato ad ispezionare bar, ristoranti e pizzerie di Lampedusa e le irregolarità sono saltate fuori. 

Carne scaduta e pesce non tracciabile, "stangata" per due ristoranti

Bar-panineria abusiva, il Comune ordina la cessazione dell'attività dopo l'ispezione del Nas

Dopo i 140 chilogrammi di carne e pesce sequestrati, gli specialisti della Tutela della salute dell’Arma hanno sequestrato altri 38 chili di prodotti ittici non tracciabili in un ristorante e in una pizzeria. Un trentacinquenne è stato deferito alla Procura della Repubblica di Agrigento per avere omesso di predisporre il documento di valutazione dei rischi riguardante la sicurezza e la salute dei lavoratori e per mancanza di idonei presidi antincendio: sono stati trovati estintori scaduti. Tanto nel ristorante quanto nella pizzeria, i carabinieri hanno appurato che gli spazi attigui erano stati adibiti a deposito in assenza di registrazione sanitaria. Sono state elevate sanzioni da 3mila euro a testa. Chiusa poi, dal Comune che ha recepito la richiesta-relazione del Nas, una panineria-bar. Al titolare sono state elevate sanzioni per complessive 8.000 euro. Un sessantatreenne, una ventisettenne e un quarantanovenne, titolari di  ristoranti e bar, sono stati denunciati perché non avevano approntato il documento di valutazione dei rischi per sicurezza e salute dei dipendenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce non tracciato, irregolarità sanitarie e documentali: denunciati ristoratori e baristi

AgrigentoNotizie è in caricamento