Caso "Sea Watch3", la Farnesina: "C'è l'accordo con paesi dell'Unione Europea"

Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo e altri stati membri sono disponibili ad accogliere migranti imbarcati sulla nave

E' il momento della svolta? Fonti della Farnesina, secondo quanto riporta l'Ansa, confermano che a seguito del lavoro svolto - su istruzioni del ministro Enzo Moavero Milanesi, in stretta correlazione con la Commissione europea - Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo e altri stati membri dell'Ue sono disponibili ad accogliere migranti imbarcati sulla nave Sea Watch.

Iscritto nel registro degli indagati il comandante della nave

Gli "sforzi di solidarietà" che la Commissione sta "cercando di coordinare", possono essere attuati "solo se e quando ci sarà lo sbarco": lo ha detto la portavoce del commissario all'immigrazione Dimitri Avramopoulos.

La "Sea Watch3" prova ad entrare nel porto di Lampedusa, bloccata

Anche la Finlandia ha dato la sua disponibilità ad accogliere otto migranti dalla Sea Watch 3. Lo riporta l'Ansa che lo apprende dall'ufficio del primo ministro, Antti Rinne.

"La Commissione Ue sta coordinando la vicenda, siamo molto preoccupati ed impegnati in colloqui intensi e confidenziali. Speriamo in una soluzione a breve della vicenda". Lo ha detto, secondo quanto riporta l'Ansa, una portavoce del ministero degli Interni tedesco riferendosi alla vicenda della Sea watch. La portavoce ha ricordato la disponibilità, già manifestata da diversi comuni tedeschi, ad accogliere alcuni dei migranti; "ma ci sono intensi colloqui con la Commissione Ue per trovare una soluzione a livello europeo. Si tratta dei confini europei, per questo serve una decisione condivisa e solidale e non solo di uno Stato. Tutti devono fare la propria parte", ha concluso.

"Il no allo sbarco e la linea dura del governo italiano e del ministro dell'Interno Matteo Salvini in particolare iniziano a dare i primi frutti. Alcuni Paesi europei stanno confermando la disponibilità ad accogliere rapidamente gli immigrati attualmente a bordo della Sea Watch. Prima di sbloccare la situazione, però, si attendono precise garanzie su numeri, tempi e modi. Il governo è determinato a perseguire chiunque abbia infranto la legge: dovrà pagarne le conseguenze. Rimane vergognoso il silenzio delle autorità olandesi". Lo si apprende, secondo quanto riporta l'Ansa, da fonti del Viminale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento