Lo sbarco "fantasma" della Guitgia: la Procura chiede l'incidente probatorio

Il pm Gianluca Caputo: "Indispensabile acquisire la prova ora perchè i testimoni potrebbero lasciare il territorio nazionale o perdere il ricordo"

"E' indispensabile interrogare adesso i quattro testimoni e acquisire la prova prima che possano lasciare il territorio nazionale o perdere il ricordo preciso dei fatti". Il pubblico ministero Gianluca Caputo chiede al gip l'incidente probatorio per sentire quattro migranti che facevano parte del gruppo dei venti sbarcati il 30 aprile alla Guitgia, a Lampedusa, e hanno fornito una descrizione dei presunti scafisti.

Secondo sbarco "fantasma" in 24 ore, venti migranti approdano alla Guitgia

Gli indagati, al momento, sono quattro. Si tratta di Chawki Bennamar, 24 anni, tunisino; Sameh AbdelKader, 23 anni, tunisino; Ibrahima Cherif, 21 anni, ivoriano e Moussa Kamate, 28 anni, anch'egli ivoriano. I quattro sono difesi dall'avvocato Luigi Troja. Se il gip deciderà di accogliere la richiesta del pm e disporrà l'incidente probatorio, i quattro testi saranno interrogati in aula da tutte le parti (pm e difesa), oltre che dallo stesso giudice, e l'eventuale prova sarebbe pienamente utilizzabile nel processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sfonda il tetto del capannone e precipita da più di 10 metri: 29enne in gravi condizioni

  • Trova cellulare e lo consegna al Comune, finisce a processo per ricettazione: assolto

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • Chiusero una veranda con vetri scorrevoli, il Tar: "Non è abuso, non produce volume"

  • La campionessa Federica Pellegrini sceglie borse made in Ravanusa

  • Maxi tamponamento lungo la statale 640: traffico in tilt

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento