Cronaca

Barchino con 16 persone approda a Lampedusa, forse scappati dalla Libia

Nel piccolo gruppo anche due donne in gravidanza e 6 bambini. Alarm Phone, ieri, aveva lanciato l'Sos per un'imbarcazione con 40 persone a bordo

(foto ARCHIVIO)

Sbarco autonomo sull'isola di Lampedusa dove sono arrivate sedici persone "probabilmente provenienti dalla Libia", come dice l'ong Mediterranean Hope. "Fra di loro due donne in gravidanza e 6 bambini. Stanno tutti bene!" - scrive l'Ong.

Riprendono gli sbarchi, in sessanta approdano a Lampedusa

Appena lo scorso venerdì, sempre sulla più grande delle isole Pelagie, erano giunti sessanta immigrati, fra cui una donna. A soccorrere la "carretta", a largo della più grande delle isole Pelagie, era stato, in quel caso, un gommone della Guardia costiera. All'hotspot di Lampedusa - dopo l'arrivo ieri sera degli ultimi 16 immigrati - ci sono complessivamente 91 persone. La capienza massima della struttura di prima accoglienza è stata dunque raggiunta e per domani, temendo nuovi arrivi o soccorsi, è previsto un trasferimento verso Porto Empedocle. 

Intanto, ieri pomeriggio, Alarm Phone ha ricevuto una chiamata da una barca in pericolo con circa 40 persone in fuga dalla Libia. Lo ha scritto lo stesso servizio telefonico sul proprio account Twitter specificando che "sono nella zona Sar di Malta" e di aver informato "le autorità alle 17.01". In un altro tweet delle 21 Alarm aggiunge: "La barca è ancora in pericolo in mare! Le autorità di Malta dicono solo che stanno investigando il caso. La barca è molto più vicina a Lampedusa che a Malta". In ogni caso deve essere organizzato, si legge ancora, "il soccorso più veloce".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barchino con 16 persone approda a Lampedusa, forse scappati dalla Libia

AgrigentoNotizie è in caricamento