Cronaca Lampedusa e Linosa

L'ultimo maxi sbarco di Lampedusa: Procura e Dda hanno aperto una nuova inchiesta

A coordinare l'attività investigativa è personalmente Luigi Patronaggio. Sbarchi fermi durante la notte e la mattinata, all'hotspot sono presenti oltre 850 ospiti: Prefettura e Viminale al lavoro per pianificare ulteriori trasferimenti

Sono più di 850 i migranti presenti, a fronte di 250 posti disponibili, all'hotspot di Lampedusa. Durante la notte e la mattinata non si sono registrati nuovi sbarchi. La Prefettura di Agrigento, d'intesa con il Viminale, è al lavoro per pianificare - dopo quelli di ieri effettuati con il traghetto di linea e la nave quarantena Aurelia che ha lasciato Lampedusa - nuovi, ulteriori, trasferimenti.

Hotspot al collasso dopo lo sbarco di 686 migranti: al via i trasferimenti, già partiti in 110

La Procura di Agrigento ha delegato le indagini - per cercare di identificare gli scafisti del peschereccio di 15 metri partito da Zuwara in Libia con a bordo 686 persone - alla Squadra Mobile e alla Guardia di finanza. A coordinare l'attività investigativa, così come per il maxi sbarco del 28 agosto con 539 migranti, è personalmente il procuratore capo Luigi Patronaggio. Anche questa nuova inchiesta viene portata avanti in piena collaborazione con la Procura distrettuale di Palermo.

IL VIDEO. Vecchio peschereccio di ferro arriva a Lampedusa: a bordo ci sono oltre 500 migranti

Per l'approdo dei 539, lo scorso 10 settembre, vennero fermati 5 egiziani ritenuti i soggetti terminali di una organizzazione criminale operante in Libia specializzata nell'organizzazione della tratta di esseri umani. I 5 , oltre a governare l'imbarcazione, secondo la Procura di Agrigento, avevano il compito di mantenere l'ordine e la disciplina a bordo anche ricorrendo a degradanti violenze fisiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo maxi sbarco di Lampedusa: Procura e Dda hanno aperto una nuova inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento