rotate-mobile
Tribunale / Lampedusa e Linosa

Accusati di avere fatto sbarcare oltre 500 migranti: due egiziani tornano liberi dopo un anno e 4 mesi

I principali testi dell'accusa sono irreperibili e non potranno confermare in aula quanto detto in precedenza

Hanno lasciato il carcere di Sciacca due giovane egiziani sotto processo al tribunale di Agrigento per un maxi sbarco di migranti, avvenuto nel 2021, a Lampedusa, con l’approdo di oltre 500 tra subsahariani, egiziani e marocchini, arrivati nell’isola

I giudici della seconda sezione penale del tribunale di Agrigento, presieduta dal giudice Wilma Mazzara, hanno accolto l’istanza del difensore, l’avvocato Enrico Di Benedetto, nonostante il parere contrario del pubblico ministero, e disposto la scarcerazione di due imputati, Eid Fathi, di 22 anni, e Hani Rahil, di 29, entrambi egiziani, che si trovavano nel carcere di Sciacca da un anno e 4 mesi.

Il provvedimento scaturisce dagli sviluppi del processo. Su impulso della difesa, il tribunale ha rigettato la richiesta di acquisizione da parte della procura della Repubblica di Agrigento delle sommarie informazioni testimoniali rese dagli accusatori degli imputati nel corso delle indagini. I testimoni si erano resi irreperibili già al momento dell’incidente probatorio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusati di avere fatto sbarcare oltre 500 migranti: due egiziani tornano liberi dopo un anno e 4 mesi

AgrigentoNotizie è in caricamento